2014 | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Ultimo allenamento del'anno a Trigoria

Anche l'ultimo dell'anno la squadra giallorossa è scesa in campo per una  seduta di allenamento in vista della trasferta del Friuli in programma il 6 gennaio alle ore 12.30 contro l'Udinese di Stramaccioni.

Il gruppo ha svolto una partitella in famiglia, provando diverse soluzioni tattiche.

Assenti Keita e Gervinho impegnati con le rispettive nazionali, personalizzato per Maicon.

I giallorossi torneranno in campo domani pomeriggio per il primo allenamento del 2015.





Gervinho: "Mi aspetto un 2015 pieno successi"

L'attaccante giallorosso Gervinho ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Sky Sport, con tanti argomenti trattati, dalla vita privata alle sue aspettative per il 2015.

Ecco quanto dichiarato dall'ivoriano:

"Qui a Roma mi trovo bene. In Italia ho imparato molto, a livello calcistico e non". : "Dopo l'allenamento svolgo una vita tranquilla, mi piace passeggiare per la città, soprattutto quando c'è il sole. Differenze tra il calcio inglese e quello italiano? In Inghilterra ho imparato molto, lì è più difficile giocare contro le piccole, perché anche loro giocano un calcio veloce e pressano molto. In Italia invece il gioco è molto più tattico e complicato".

L'Africa?
"E' il mio cuore. Essere afrricano significa avere gioia di vivere, e questo fa parte di me. Da bambino ho avuto difficoltà; ora in Costa d'Avorio grazie ad un nuovo Presidente le cose vanno meglio".

Quali sono le tue aspettative per il 2015?
"Spero di vivere una stagione piena di successi con la Roma e con la mia Nazionale, a partire dalla Coppa d'Africa. Voglio fare gli auguri a tutti gli italiani e a tutti i tifosi della Roma soprattutto, che passino un buon 2015".





Perotti in cambio di Sanabria ed Emanuelson!

Il Genoa non vuole provarsi di Perotti già nella finestra di mercato di gennaio, come ha dichiarato il presidente rossoblu Enrico Preziosi: "Daremo Perotti alla squadra che capirà che non possiamo cederlo a gennaio".

Il messaggio sembra esser stato recepito da Walter Sabatini che ha messo sul piatto della bilancia sia Sanabria che Emanuelson, da girare al Genoa fin da subito, per arrivare a giugno al fantasista rossoblu.





Rottura tra Neto e la Fiorentina: Ancora duello Roma-Juve!

Il rapporto tra l'estremo difensore viola Neto e la Fiorentina può definirsi terminato. Il calciatore non ha accettato, infatti, il rinnovo contrattuale offertogli dalla società toscana.

A questo punto Roma Juventus agiranno a fari spenti sul calciatore. Il ds viola Pradè cercherà di vendere il portiere in questa sessione di mercato per provare a ricavarne qualcosa. Altrimenti è stato chiaro Della Valle: Neto terminerà la stagione in panchina.





Calendario allenamenti fino al 6 gennaio

La Roma, attraverso il sito ufficiale, ha reso noto il calendario degli allenamenti della Prima Squadra sino a martedì 6 gennaio:

31 dicembre: allenamento ore 12:00
1 gennaio: allenamento ore 14:45
2 gennaio: allenamento ore 12:00
3 gennaio: allenamento ore 12:00
4 gennaio: allenamento ore 12:00
5 gennaio: allenamento ore 12:00





Roma-Empoli: Info biglietti

L'As Roma, attraverso un comunicato ufficiale, rende note la modalità di acquisto dei tagliandi per la gara di Coppa Italia in programma il 20 gennaio e valevole per gli ottavi di finale contro l'Empoli:

- Prevendita riservata agli Abbonati AS Roma Stagione 2014/2015, su tutti i posti disponibili (conferma dello stesso settore): dalle ore 12.00 di mercoledì 7, alle ore 20.00 di lunedì 12 gennaio 2015, presso tutti i punti vendita abilitati.

- Prevendita libera: dalle ore 10.00 di martedì 13 gennaio, presso tutti i punti vendita abilitati.





Pronto il riscatto di Paredes!

Leandro Paredes è vicino al rinnovo con la Roma. Il centrocampista argentino ha convinto tutti a Trigoria e la società giallorossa avrebbe così esercitato l’opzione per il riscatto del cartellino, versando al Boca Juniors una cifra intorno ai 4,5 milioni di euro.





Balzaretti con il gruppo!

Ieri a Trigoria, si è rivisto Federico Balzaretti. Il calciatore ha svolto la seduta con i compagni che lo hanno accolto ricoprendolo di battute per la lunga assenza.

Per un suo eventuale rientro però ancora non si possono fare previsioni.





Dalla Svezia: "Ibra, chiudi la carriera a Roma"

Una voce che ha sollevato un vero e proprio polverone sul web, è il consiglio lanciato dal quotidiano scandinavo Aftonbladet, in cui consiglia a Zlatan Ibrahimovic di trasferirsi nella capitale per rilanciare la propria carriera.

Questo il pezzo del quotidiano scandinavo:

"Il posto ideale per Zlatan Ibrahimovic sarebbe la Roma. In quell'ambiente così caldo e appassionato potrebbe finire nel modo migliore la sua incredibile carriera. Per molti tifosi sarebbe un sogno vedere Zlatan giocare in Premier League ma l'Inghilterra per lui sarebbe stata l'ideale sette anni fa, non oggi. La prossima mossa di Ibra potrebbe essere un ritorno in Italia dopo le esperienze alla Juve, all'Inter e al Milan. La serie A lo ha trasformato in un uomo e lì i tifosi lo hanno sempre amato, soprattutto per la sua caparbietà e sfrontatezza. Seydou Keita ha detto l'altro giorno che avrebbe voluto chiamare Zlatan e chiedergli di venire a Roma. Può sembrare un sogno irrealizzabile ma solo apparentemente. Sappiamo che in Italia non circolano più molti soldi ma Ibra ormai è un calciatore ricchissimo e potrebbe sorprendere tutti scegliendo una destinazione senza incrementare il suo conto in banca.
Sarebbe considerato un Dio. Roma è una città che respira calcio, al contrario di Parigi. La leggenda Francesco Totti ha sempre avuto un grande rispetto per Zlatan. E questo la dice lunga. Il club giallorosso è di nuovo al vertice del calcio italiano ed è tornato nel giro della Champions League. Consigliamo a Ibra di finire la sua carriera in un ambiente incandescente come quello di Trigoria e non in una lenta dissolvenza fra il lusso del Psg. Nel 2003 Zlatan aveva 21 anni e in un'intervista ci disse: "Se giocherò in Italia? So che la Roma è interessata a me. Un giorno giocherò lì". Non è ancora troppo tardi, Zlatan".





Si torna a lavorare a Trigoria

La Roma di Rudi Garcia si è ritrovata questo pomeriggio nel Centro Sportivo Fulvio Bernardini per la ripresa degli allenamenti dopo le vacanze natalizie, per iniziare la preparazione in vista della sfida di campionato del 6 gennaio al Friuli contro l'Udinese.

I giocatori hanno svolto una partitella a campo ridotto con delle piccole porte posizionate lungo il perimetro di gioco, dopo esercizi di possesso palla.

Alla seduta odierna erano assenti i calciatori africani e sudamericani che rientreranno nella capitale solo nella giornata di domani.





Gervinho miglior assistman del 2014!

Secondo una statistica, Gervinho detiene il record di assist in Serie A nell'anno solare 2014.

L'ivoriano ha infatti mandato a rete i propri compagni di squadra per ben 11 volte nell'anno solare che sta volgendo al termine.

Rudi Garcia ha sempre ritenuto l'attaccante fondamentale per il gioco della Roma, e i numeri gli stanno dando ragione.





Obiettivi Denis o Bergessio più Podolski per l'attacco! Borriello verso Cagliari!

Con Borriello e Destro in uscita, la società giallorossa dovrà trovare dei validi sostituti per rinforzare in reparto avanzato e consegnare a Rudi Garcia una squadra più competitiva.

Oltre a Mattia Destro, infatti, anche Marco Borriello, in scadenza di contratto a giugno, si prepara a lasciare Roma già a gennaio per trovare spazio con continuità altrove. L'ex attaccante di Milan e Juventus aspetta una mossa del Cagliari, dove il neo-tecnico Gianfranco Zola è a caccia di una punta. L'attaccante piace anche a Parma, Bologna e Genoa.

Qual'ora l'attaccante dovesse lasciare Trigoria, Walter Sabatini sarebbe pronto a chiedere alla Sampdoria Gonzalo Bergessio, e all'Atalanta Germain Denis, pronto a lasciare Bergamo.

Intanto un altro attaccante che potrebbe sbarcare nella capitale nel mercato di gennaio è Lucas Podolski, secondo quanto viene riportato dal Daily Star, corteggiato anche dall'Inter. Secondo i tabloid inglesi la Roma punterebbe ad un prestito, ma i Gunners vorrebbero cedere l'attaccante tedesco a titolo definitivo.





Coppa Italia: Roma-Empoli il 20 gennaio!

Ufficializzato dalla Lega Calcio il programma degli ottavi di finale di Coppa Italia, dove ci saranno scontri importanti anche tra squadre di Serie A.

I giallorossi affronteranno l'Empoli il 20 gennaio alle ore 21 con diretta tv su Rai 2.

Ma ecco di seguito tutto il programma nello specifico con le relative dirette tv:


13 gennaio
Milan-Sassuolo (ore 21 su Rai 2)

14 gennaio

Parma-Cagliari (ore 18 su Rai 2)
Torino-Lazio (ore 21 su Rai 2)

15 gennaio
Juventus-Hellas Verona (ore 21 su Rai 2)


20 gennaio
Roma-Empoli (ore 21 su Rai 2)

21 gennaio

Fiorentina-Atalanta (ore 18 su Rai 2)
Inter-Sampdoria (ore 21 su Rai 2)

22 gennaio
Napoli-Udinese (ore 21 su Rai 2)





C'è anche Casco per la fascia sinistra!

Per la fascia sinistra giallorossa spunta quest'oggi il nome di Milton Casco, terzino classe '88 del Newell's Old Boys.

Il terzino argentino è valutato circa 3 milioni, e potrebbe rientrare nel passaggio di Ezequil Ponce alla Roma, che poi verrebbe girato in prestito alla Sampdoria.

Per il ruolo di centrale, invece, sembra sempre più vicino l'arrivo di Vlad Chiriches dal Tottenham.






Juve e Liverpool sull'altra metà di Nainggolan!

Il centrocampista belga giallorosso Radja Nainggolan è ancora per metà del Cagliari, e uno degli obiettivi di mercato della Roma per gennaio e quello di riscattare la seconda parte del cartellino.

Ma tra la società giallorossa e l'altra metà del Ninja, ci sono le big europee, ora, che vogliono puntare al centrocampista belga.

A partire del Liverpool, che ha avanzato un'offerta di circa 9 milioni di euro, e passando per la Juventus, che si starebbe muovendo per un'azione di disturbo.

La pista sarebbe quella di trovare un accordo con il Cagliari per mandare il cartellino del giocatore alle buste per poi "aiutare" i sardi a coprire una cifra importante che possa superare quella proposta dalla Roma, trovando però un accordo col giocatore che vorrebbe dire avere la sua volontà.

Una via difficile, ma non impraticabile, e alla quale la Juventus sta tornando a pensare. Verosimilmente però una operazione del genere sarebbe più fattibile con l'estero.





L'Equipe inserisce 3 giallorossi nella top 100 del 2014!

Il quotidiano sportivo francese l'Equipe, ha stilato una classifica dei migliori 100 calciatori dell'anno 2014, a cui figurano all'interno tre giallorossi.

Con l'avvento di Garcia, e i risultati eccellenti conseguito con l'allenatore francese, come la qualificazione e la conseguente partecipazione alla Champions League, hanno dato sicuramente più risalto alle prestazioni dei singoli calciatori giallorossi.

In questa speciale classifica figurano, infatti, Daniele De Rossi al 73esimo posto, seguito dall'ex Mehdi Benatia (76esimo), Gervinho al 95esimo e Kostas Manolas al 99esimo.





Garcia cerca di trattenere Gervinho e Keita per Udine!

La Roma si prepara a perdere Gervinho e Keita, partenti per disputare la Coppa d'Africa.

Però a Trigoria c'è ancora qualche speranza di avere i due giocatori in campo il 6 gennaio a Udinese, per la diciassettesima giornata di campionato, prima della loro partenza per la competizione continentale. I dirigenti giallorossi hanno mantenuto i contatti con Mali e Costa d'Avorio, anche se finora senza gli effetti sperati.





Spunta "El Tanque" Denis per l'attacco! E Ponce ha scelto la Roma!

A Walter Sabatini piace "El Tanque" German Denis, e vorrebbe portarlo nella capitale.

Il centravanti argentino sarebbe, infatti, sul piede di partenza dal club atalantino dopo l'arrivo, quasi ormai certo, di Mauricio Pinilla a Bergamo. E così il bomber della Dea avrebbe bisogno di nuovi stimoli per rinnovare la sua carriera, e la squadra di Rudi Garcia, vista l'esigenza di una punta centrale, potrebbe fare al suo caso. Il dialogo tra Roma e Atalanta sembra avviato.

Intanto un altro nuovo gioiello sarebbe in entrata a Trigoria. Si tratta di Ezequiel Ponce, attaccante 17enne di proprietà del Newell's Old Boys.

Sembra, infatti, che la Roma abbia avuto la meglio sul Tottenham per aggiudicarsi il talento argentino. L'offerta prevede un esborso di 5 milioni di euro per metà del cartellino. Il giocatore dovrebbe arrivare a giugno e verrà, con molta probabilità, girato in prestito.





Roma al secondo posto per numero di spettatori in casa!

La squadra giallorossa si posiziona seconda nella speciale classifica della media spettatori presenti nelle partite interne di campionato.

A contribuire a questo risultato c'è sicuramente l'ottimo andamento dei giallorossi dall'avvento di Rudi Garcia sulla panchina dei capitolini.

Al primo posto di questa speciale classifica c'è il Milan, seguito appunto dai giallorossi. 

Ecco la speciale classifica completa:

1. Milan 45,978 in 8 partite casalinghe
2. Roma 40,467 in 8 partite casalinghe
3. Juventus 38,475 in 7 partite casalinghe
4. Inter 33,502 in 8 partite casalinghe
5. Fiorentina 32,351 in 8 partite casalinghe
6. Lazio 31,625 in 7 partite casalinghe
7. Napoli 28,731 in 8 partite casalinghe
8. Sampdoria 21,411 in 8 partite casalinghe
9. Genoa 21,227 in 8 partite casalinghe
10. Verona 20,086 in 8 partite casalinghe
11. Cesena 16,990 in 8 partite casalinghe
12. Palermo 16,550 in 8 partite casalinghe
13. Atalanta 15,541 in 8 partite casalinghe
14. Torino 15,450 in 9 partite casalinghe
15. Sassuolo 12,592 in 8 partite casalinghe
16. Parma 11,965 in 8 partite casalinghe
17. Cagliari 11,625 in 8 partite casalinghe
18. Chievo 9,750 in 8 partite casalinghe
19. Empoli 9,618 in 8 partite casalinghe
20. Udinese 8,507 in 8 partite casalinghe





Il Genoa su Emanuelson

Urby Emanuelson al Genoa potrebbe essere più di una semplice ipotesi. Secondo alcune indiscrezioni di mercato l'olandese sarebbe vicino a lasciare la Capitale, dopo aver collezionato solamente una manciata di minuti in questa prima parte di campionato.

Il Genoa, alla ricerca di un rinforzo per la fascia sinistra, sembra il club più interessato al calciatore giallorosso, e dati i buoni rapporti tra le società, non è escluso che l'affare possa andare in porto già alla riapertura del mercato di gennaio.





Buone Feste da "Noi siamo la Roma"


Torneremo on line dal sabato 27 dicembre!

Nel frattempo un caloroso Augurio giallorosso di Buone Feste a tutti voi!





Roma-Juventus posticipata a lunedì 2 marzo

Sul sito della Lega sono state rese note le date e gli orari degli incontri dalla quarta alla sesta giornata del girone di ritorno.

Roma-Verona si giocherà domenica 22 febbraio alle ore 18, mentre la sfida con la Juventus di Massimiliano Allegri si disputerà lunedì 2 marzo alle 20.45.

Il 20 gennaio alle ore 21 invece ci sarà l'esordio in Coppa Italia contro l'Empoli. 





Udinese-Roma: Info biglietti

L'As Roma, attraverso un comunicato ufficiale, informa che la prevendita dei biglietti per la gara contro l'Udinese, in programma allo stadio Friuli di Udine il 6 gennaio 2015 alle ore 12.30, è iniziata questa mattina alle 10:00 e proseguirà fino:

-alle ore 19.00 di lunedì 5 gennaio 2015 ( Ricevitorie della rete di vendita LISTICKET  "biglietteria calcio ospiti" - presenti sul territorio nazionale e consultabili sul sito www.listicket.com).

Prezzo: € 30,00 (Settore Ospiti).





Sulle tracce di Mario Suarez e Latovlevici!

Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo AS, la Roma sarebbe sulle tracce di Mario Suarez, in rotta con l'Atletico Madrid. Il centrocampista era stato già trattenuto con forza durante l'estate, ma adesso rottura definitiva con il tecnico Simeone e potrebbe lasciare la Spagna già a Gennaio.

Altro obiettivo di Walter Sabatini sembra essere la punta Latovlevici, esterno della Steaua Bucarest, ma nel mirino ci sono anche i noti Pasqual e Baba dell'Ausburg che però vuole 5 milioni.

Cole sembra destinato a lasciare i giallorossi con destinazione MLS, mentre il Genoa sembra interessato a Borriello per rimpiazzare Pinilla, destinato all'Atalanta. Chissà che il numero 22 non possa rientrare nell'affare Perotti.





Approvato il pubblico interesse per il nuovo Stadio! Pallotta: "Giornata storica!"

E' stato approvato ieri il pubblico interesse per quanto riguarda il progetto dello Stadio della Roma, ecco il comunicato pubblicato sul sito stadiodellaroma.com:

"A seguito dell'autorizzazione ufficiale rilasciata dalla Giunta comunale di Roma Capitale, avvenuta lo scorso 4 settembre, anchel'Assemblea Capitolina ha riconosciuto Stadio della Roma un progetto di pubblico interesse per la città. La proprietà della A.S. Roma SPV, LLC e i rappresentanti di Eurnova esprimono la loro piena soddisfazione per questo importante riconoscimento che testimonia il grande lavoro svolto, negli ultimi due anni e mezzo e in particolare negli scorsi mesi, in collaborazione con il Sindaco Marino e l'amministrazione comunale per lo sviluppo di questo importante progetto per la città di Roma, la società e i tifosi.
Congratulazioni a tutti i Romani per questo storico giorno per la città e per il Club. Aspettiamo tutti di giocare nel nuovo Stadio delle Roma" ha commentato Jim Pallotta, Presidente della A.S. Roma. Grazie ad un team di esperti italiani e internazionali, un investimento diretto di circa 1,2 miliardi di euro, il progetto a capitali privati Stadio della Roma potrà creare un minimo di 3.000 posti di lavoro durante la fase di costruzione e altrettanti (3.000) quando sarà operativo.
La proprietà della A.S. Roma SPV, LLC e i rappresentanti di Eurnova esprimono la loro soddisfazione pe questo importante risultato a conferma del grande impegno nei confronti dell'economia italiana, per rendere lo Stadio della Roma un progetto in grado di accendere lo spirito e l'energia di una grande città come Roma e dei suoi cittadini.
Ringraziamo il Sindaco Marino e tutta l'Amministrazione del Comune di Roma. Accogliamo pienamente questa opportunità e confermiamo il nostro completo e continuo impegno a portare avanti questo progetto" ha affermato Mark Pannes, CEO di Stadio della Roma. La proprietà della A.S. Roma SPV, LLC e i rappresentanti di Eurnova ringraziano il Sindaco Ignazio Marino e la sua amministrazione per il costante dialogo, le tempistiche e la trasparenza, confermando l'impegno a collaborare con le istituzioni in vista dell'iter amministrativo presso la Regione Lazio. I media, i tifosi e i cittadini saranno regolarmente aggiornati sui prossimi passi dell'intero progetto".





Giudice Sportivo: 15.000 euro di ammenda. De Rossi e Florenzi in diffida!

Il Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel ha inflitto un "Ammenda di € 15.000,00 : alla Soc. ROMA per avere suoi sostenitori, nel corso della gara, lanciato nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria e nel recinto di gioco numerosi petardi e bengala e, nel proprio settore fatto esplodere innumerevoli petardi e bengala; per avere, inoltre, esposto al 2° del primo tempo, uno striscione di notevoli dimensioni dal tenore ingiurioso nei confronti di due Presidenti di altre Società e di un giornalista; sanzione attenuta ex art. 14 n. 5 in relazione all'art. 13 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le forze dell'ordine a fini preventivi e di vigilanza".

Entrano in diffida, inoltre, Daniele De Rossi e Alessandro Florenzi.





Dall'Inghilterra: Chiriches a un passo! Spunta anche Podolski!

Secondo quanto riferito da Sky Sports UK, Vlad Chiriches è ad un passo dalla Roma. In Inghilterra, infatti, sono certi che il passaggio in giallorosso con la formula del prestito verrà ufficializzato ai primi di gennaio, cioè all'apertura del calciomercato.

Intanto, secondo alcune voci, la Roma starebbe sondando il terreno per arrivare a Lukas Podoslki, attaccante dell'Arsenal. Il tedesco è in uscita e potrebbe arrivare già a gennaio per rimpiazzare Gervinho che sarà impegnato nella Coppa d'Africa.





A gennaio l'altra metà di Nainggolan!

La società giallorossa definirà con il Cagliari la seconda metà del cartellino nella prossima finestra di mercato di gennaio. E' questa uno delle priorità del ds Walter Sabatini, dopo che il calciatore belga ha decisamente convito tutti in questo primo anno di Roma.





Neto e la Fiorentina distanti... la Roma attende!

Neto e la Fiorentina sono sempre più lontani. La Roma in cerca di un portiere attende alla finestra l'evolversi della situazione.

Ma nonostante l'estremo difensore viola potrebbe arrivare a parametro zero in estate, i giallorossi, cercheranno di prenderlo anche nella finestra di mercato di gennaio, garantendo un indennizzo alla Fiorentina.





Il punto sul mercato: Entrata e uscita

Walter Sabatini è a lavoro per il mercato di riparazione di gennaio. Ma non c'è solo difesa sul suo taccuino. Infatti l'obiettivo del ds giallorosso sarà anche quello di trovare una punta, perché Gervinho partirà per la Coppa d'Africa, dove in uscita definitiva ci saranno anche Destro e Borriello.

Ma il giovane attaccante numero 22 però è un pallino di Sabatini e se anche dovesse ottenerne 20 milioni non è scontato che vengano reinvestiti per un attaccante di quel genere. 

In lista prestiti ci sono anche Cole, Emanuelson, Uçan e Sanabria mentre per il reparto avanzato c'è l'interesse per Bergessio se dovesse partire qualcuno lì. E' rispuntato fuori anche il nome di Podolski intanto, ma per lui c'è una vera e propria asta.

Intanto è arrivato invece l'ok da Chiriches, ora il Tottenham aspetta. 





Quattro giallorossi nella top 100 del 2014!

Ci sono quattro calciatori giallorossi nella classfica stilata da The Guardian sui cento migliori calciatori del 2014.

Una rosa di 73 esperti provenienti da 28 paesi guidata da Hernan Crespo, Gilberto Silva, Slaven Bilic e Dietmar Hamann, ha nominato anche alcuni giocatori della Roma.

Il primo neanche a dirlo è il Capitano Francesco Totti, in posizione numero 79, con Gervinho all'82° posto, seguito da De Rossi e Nainggolan rispettivamente al 97° e 99° posto.

Ecco i nomi e le rispettive posizioni:

79° Francesco Totti
82° Gervinho
97° De Rossi
99° Nainggolan





In Inghilterra insistono per Strootman allo United!

Secondo il tabloid inglese Daily Star, il Manchester United sarebbe pronto a mettere sul piatto fino a 38 milioni di euro per strappare Kevin Strootman alla Roma già nella finestra di mercato di gennaio. 

Ma sarà davvero difficile vedere "La Lavatrice" in partenza dalla capitale, vista anche la prossima partenza di Keita per la Coppa d'Africa, l'apporto dell'olandese alla causa giallorossa sarà davvero prezioso.





Natale a... Dubai per i giallorossi!

Dubai è una delle mete più gettonate per il Natale 2014, e saranno molti gli sportivi che passeranno negli Emirati le vacanze natalizie, come i giallorossi Pjanic e Astori. Il Capitano Francesco Totti, invece, si recherà alle Maldive con la famiglia. Mentre, infine, il tecnico Rudi Garcia potrebbe regalarsi due giorni romantici a Parigi con la sua Francesca.





Sabatini ha in pugno Balanta

Si ferma il campionato ma non Walter Sabatini che continua a lavorare per regalare rinforzi al tecnico Rudi Garcia. 

Il ds giallorosso ha in pugno, infatti, Eder Balanta, difensore centrale, che all'occorrenza può essere impegnato anche come terzino, del River Plate, ma non è detto che lo prenda già nel prossimo mese, visto che Garcia vorrebbe un giocatore di maggiore esperienza.

Resta sempre in piedi anche l'ipotesi Vlad Chiriches del Tottenham, anche se gli spurs non sembrano entusiasti dell'ipotesi del prestito gratuito.

In agenda anche i rinnovi di Alessandro Florenzi e Seydou Keita.





Gervinho: "Il 2015 sarà un grande anno"

L'attaccante giallorosso Gervinho ha pubblicato, ieri sera al termine della partita, sul proprio profilo Twitter il seguente messaggio: "Ci auguravamo tre punti per chiudere l'anno! Saremo ancora qui nel 2015 sarà un grande anno per la Roma!#ForzaRoma".

L'attaccante ivoriano sarà impegnato a gennaio per la Coppa d'Africa insieme al maliano Keita.





Il 29 dicembre la ripresa degli allenamenti

Con Roma-Milan si chiuso l'anno solare del 2014 per i giallorossi che da ieri goderanno di otto giorni concessi dal tecnico Rudi Garcia.

La ripresa degli allenamenti, infatti, è prevista per il 29 dicembre a Trigoria, come rende noto la stessa società attraverso il proprio profilo twitter, in vista della ripresa del campionato prevista per il 6 gennaio, dove i giallorossi scenderanno in campo ad Udine





Distorsione alla caviglia per Gervinho?

Piove sul bagnato in casa giallorossa. A seguito del pareggio casalingo contro il Milan di ieri sera, che ha fatto scivolare i giallorossi nuovamente a -3 dalla Juventus, ci si mette anche l'infermeria. Sembra infatti che l'attaccante ivoriano Gervinho abbia rimediato una distorsione alla caviglia destra. 

Ma l'eventuale infortunio dell'ivoriano dovrà essere valutato nelle prossime ore e, se confermato, potrebbe mettere a rischio anche la sua partecipazione alla Coppa d'Africa a gennaio. 





Colpo di Sabatini: Si chiude per Perotti!

Colpo di mercato di Walter Sabatini. Sembra infatti che il ds della Roma abbia in mano Diego Perotti del Genoa, con cui è pronto a chiudere nelle prossime ore.

Ma non finisce qui. Per giugno, infatti, è pronto il colpo grosso: si punta su Jackson Martinez del Porto, un'operazione da circa 20 milioni, soldi che verrebbero ricavati dalla cessione di Destro all'Arsenal. Vicini anche Baba dell'Ausburg e Johnson del Liverpool.





Garcia: "E' mancato Pjanic". Ljajic: "Può ancira succedere di tutto". De Sanctis: "Gli arbitri possono sbagliare"

Arrivano le dichiarazioni post-partita dei protagonisti giallorossi del pareggio a reti bianche di ieri sera tra Roma e Milan allo stadio Olimpico nell'anticipo della sedicesima giornata del campionato di Serie A.

Hanno parlato il tecnico Rudi Garcia, Adem Ljajic e Morgan De Sanctis.


GARCIA A ROMA TV

Abbiamo visto gli episodi da rigore... lei cosa ne pensa?
"Io quando ero in Francia mi ero già espresso sugli arbitri di area, che se non vedono le cose non servono. Rizzoli non può vedere tutto, ma oggi non è stato affatto aiutato".

Quello su Gervinho è un episodio evidente...
"Sì, ma bisogna dire che noi potevamo fare molto meglio, anche se abbiamo trovato un Milan ultra difensivo. Sappiamo che dobbiamo essere più efficaci, ma Diego Lopez e stato molto bravo oggi".

La Roma ha creato occasioni con Gervinho nell'uno contro uno in velocità...
"Sappiamo che le sue percussioni erano importanti, ma non c'è solo questa cosa. Dobbiamo essere più bravi sui calci d'angolo offensivi e sulla presenza e nei movimenti in area sui cross. Abbiamo tirato verso la porta 16 volte, ma solo 5 nello specchio. Se vogliamo vincere partite contro squadre molto chiuse bisogna essere più bravi. Abbiamo mancato un po' in creatività".

Facciamo un bilancio su queste prime 16 giornate?
"Sono contentissimo perché abbiamo avuto un girone d'acciaio in Champions, abbiamo avuto un po di sfortuna e abbiamo perso giocatori importanti, ma abbiamo anche costruito una rosa per sopperire le assenze. Arriviamo alla sosta a 3 punti dalla Juve e abbiamo ancora due competizioni da giocare. Il percorso è buono, speriamo di avere una rosa completa, a parte Gervinho e Keita, per la seconda parte della stagione. Avremo tanti impegni e serviranno tutti, ma sono contento: non parlo dei 3 punti di distacco altrimenti domani sarà su tutti i giornali".

Maicon era dolorante nel riscaldamento, come stava? E poi, nel primo tempo la Roma aveva giocato bene, i primi 10' della ripresa invece forse ha tirato un po ' i remi in barca...
"Maicon ha avuto un risentimento al flesso re, abbiamo avuto Laura, ma poi ha giocato. Nelle ultime settimane lo abbiamo gestito, era prevedibile che non avrebbe giocato tutta la gara. Nel l'inizio del secondo tempo abbiamo sbagliato troppi passaggi, ma quando è entrato Ljajic abbiamo ritrovato un gioco più offensivo, più verticale. Dobbiamo ancora migliorare nel giocare le partite in modo più pieno, ci è mancato il primo quarto d'ora del secondo tempo per essere più pericolosi".

Un ottimo Manolas stasera, soprattutto nel finale...
"Forse gli ha fatto molto bene essere in panchina a Genova".


GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Cosa è successo stasera?
"Tutte le gare sono importanti, il campionato è ancora lungo, non c'è niente di chiuso. Non abbiamo trovato il gol, loro erano molto difensvi e Diego Lopez è forte. Siamo mancati in creatività, dobbiamo sfruttare di più i corner, i calci piazzati e i cross. Quando giochiamo contro in 11 in difesa dobbiamo trovare l'apertura".

Ha pesato l'assenza di Pjanic?
"Si, penso di si, ma anche il Milan ha giocato molto basso. Comunque la sua creatività ci aiuta tanto".

Solo 3 punti dalla Juve, sono più i rimpianti, quali giocatori sono mancati finora?
"Finire prima della sosta a -3 e con una Champions in più, vuol dire che la prima parte della stagione è stata eccezionale. Come ho detto ai giocatori, è importante riposino sul piano mentale e che tornino con la stessa voglia".

Dopo la Juve ha detto sono convinto che vinceremo lo scudetto, è convinto che siete più forti?
"Dobbiamo solo pensare a vincere la prossima, poi se facciamo un percorso bellissimo ce la giocheremo. Per il momento ci siamo".

E' mancata la creatività, Ljajic non poteva essere schierato dal 1'? Keitsa che ruolo aveva oggi, qualcuno dice che lei è in confusione..
"Quando uno vince dice che siamo bravi, quando perdiamo che siamo un po' meno bravi".

Keita e Gervinho partiranno per la coppa d'Africa...
"Con Keita e Gervniho siamo più forti, ma nonè che se manca un giocatore siamo meno forti. Abbiamo avuto sfortuna sopratutto con Castan, ma non sono uno che si lamenta delle assenze".


GARCIA A MEDIASET

Un passo indietro rispetto a Genova? Poca determinazione?
"La determinazione c'era ovviamente, ma abbiamo trovato un Milan molto chiuso che ha giocato in contropiede con Menez, ma abbiamo gestito bene questo pericolo delle ripartenze. E' mancata un po' di creatività e di efficacia o almeno di inquadrare di più la porta, le poche volte che abbiamo preso la porta abbiamo trovato un ottimo Diego Lopez".

Il fallo di mano di De Jong...
"Rizzoli non ha niente a che vedere con questo, se mettiamo gli arbitri di porta dobbiamo fare in modo che si prendano le loro responsabilità, per me avere 5 arbitri non cambia nulla e questa sera è la clamorosa conferma. Sembra strano come non si sia potuto fischiare quel fallo di mano".

Occasione persa per tenere il passo della Juve prima della sosta?
"No per niente, adesso questa sosta è benvenuta per tutti i calciatori e lo staff della Serie A, non possono giocare 10 mesi senza riposare almeno mentalmente. Siamo a 3 punti dalla Juve, non parliamo di questo distacco perché sennò domani sui giornali scrivete solo di questo, ma l'anno scorso eravamo a 5 punti e avendo la Champions League significa che abbiamo fatto una buona prima parte di stagione".

Lei prima ha detto che non si spiega come non si possa fischiare quel rigore...
"Non ho detto questo. Ho detto che può succedere ma devono prendersi le responsabilità. Io ho parlato di questo ma ora non ne parlo più. Quando tutti i giocatori di una squadra hanno visto qualcosa sembra normale che protestino, non è che alzano le braccia se non è successo niente. Noi dobbiamo essere più bravi di questo e segnare, la colpa è prima la nostra e poi degli arbitri anche se è vero che questo fallo doveva essere visto".

Lei in conferenza ha detto quelle cose per caricare la squadra?
"La squadra è già carica senza aver bisogno delle mie parole in conferenza. L'ho detto perché lo penso".

La squadra si impegna ma non pensa che Gervinho non basta da solo per creare pericoli agli avversari?
"Si ovviamente, per vincere contro una buona squadra organizzata difensivamente come il Milan bisogna fare di più e come prima cosa inquadrare di più la porta. Poi quando ci sono giocatori più creativi a centrocampo giochiamo diversamente e stasera la creatività di Pjanic è mancata".

Poca brillantezza stasera e poca concretezza.
"Si è vero ma è anche dovuto al fatto che per fare attacchi rapidi e ripartenze non era possibile stasera, solo Gervinho sa saltare gli uomini ma potevamo essere più pericolosi sui calci d'angolo e sui cross, essere più presenti nell'area. Sono queste le cose da migliorare quando troviamo queste squadre chiuse. Abbiamo perso due punti questa sera ma sono contento della prima parte di stagione, adesso riposiamo tutti e saremo protagonisti da gennaio".


GARCIA A SKY

Un passo indietro?
"Si sono due punti persi. Abbiamo avuto tante occasioni, ma abbiamo inquadrato poco la porta. Abbiamo forse mancato di creatività senza Pjanic, ma c'era una mano clamorosa. Era un partita che anche senza questa cose si poteva vincere, ci è mancata un po' di cattiveria."

Maicon un po' si è lamentato su alcune decisioni arbitrali.
"No io non mi sono lamentato, era solo un fatto di gioco che può succedere. Lo dico da tanto tempo, se ci sono i giudici di area che si prendano le loro responsabilità".

Rifarebbe la scelta di Florenzi al posto di Ljajic.
"Certo, quando faccio una scelta la faccio con i miei parametri".

Sulla squalifica.
"Io parlo della partita, di calcio e non di cose extra".

Gervinho forse non viene servito bene o si isola?
"Fa tanti scatti e corre tanto, è normale che debba recuperare. Sono gli altri che devono fare un po' di più, Diego Lopez ha fatto bene almeno due-tre volte".

E' il momento giusto per staccare la spina?
"Per tutti questa sosta è benvenuta, i giocatori non sono macchine, devono riposare soprattutto mentalmente. Spero che questa cosa rimanga a lungo, ad esempio in Inghilterra non c'è e sarebbe interessante vedere se nella seconda parte ci saranno degli infortuni."

Giornata no o bene il MIlan?
"Entrambe: hanno difeso bene loro, ci hanno lasciato poco spazio con i cinque a centrocampo. Poi abbiamo mancato in creatività e giocare ai lati di De Jong, bisognava giocare tra le linee e poi allargare il gioco."

Cosa si aspetta dall'anno nuovo?
"Siamo in corsa su tre fronti e vogliamo vincere in tutte le competizioni, i giocatori devono riposare ma tornare con la mentalità di ferro e con la voglia che abbiamo dall'inizio della stagione".





LJAJIC A ROMA TV

Peccato, si poteva vincere, ma c'è stata un po di sfortuna...
"Sicuramente, abbiamo creato molto, ma la palla non è voluta entrare. Peccato, ma il calcio è bello anche per questo: un giorno segni, un giorno sbagli, però andiamo avanti, ci sono molte partite da giocare e abbiamo 3 punti di distacco dalla Juve, ancora può succedere di tutto".

Sarà testa a testa fino alla fine? 
"Sì. Sapevamo che loro sono forti, ma lo siamo anche noi e se giochiamo come sappiamo possiamo vincere contro chiunque".


LJAJIC A MEDIASET

Ci avete creduto fino alla fine, ma non è stata la solita Roma. 
"Si ci abbiamo creduto ma il calcio è così. Oggi è andata così purtroppo."

Occasione persa?
"Si abbiamo perso due punti. Ci sono tante partite da giocare e siamo solo a tre punti".

Cosa è mancato oggi alla Roma?
"È mancata la creatività. Se facciamo come al solito possiamo vincere bene, ma oggi non è riuscito".

È mancato Ljajic dall'inizio?
"No questa non è domanda per me"

Ci aspettavamo che giocassi?
"Come detto tante volte siamo tanti li davanti e ogni volta che uno gioca dà il massimo. È il mister che decide. Ci sono tante partite tante occasioni per tutti".





DE SANCTIS A ROMA TV

Ci sarebbe stato un rigore a favore della Roma. Peccato, poteva andare meglio...
"Sì, l'episodio non è stato interpretato benissimo, ma sono cose che succedono. A chiunque vada in campo va concesso il diritto di poter sbagliare. Dopo le partite però bisogna accettare il verdetto, senza vedere complotti come fanno alcuni che poi credono anche di essere accerchiati".

Forse nei primi minuti del secondo tempo la Roma è mancato un po'...
"Per giudicare la prestazione della nostra squadra devo valutare anche il Milan, che ha fatto un'ottima gara, pressante per tutto il tempo. È chiaro che in superiorità numerica bisognava avere qualche guizzo in più, un po' di efficacia in più per poter vincere e segnare, perché a quel punto il Milan si stava solo difendendo".

Forse nei primi minuti del secondo tempo la Roma è mancato un po'...
"Per giudicare la prestazione della nostra squadra devo valutare anche il Milan, che ha fatto un'ottima gara, pressante per tutto il tempo. È chiaro che in superiorità numerica bisognava avere qualche guizzo in più, un po' di efficacia in più per poter vincere e segnare, perché a quel punto il Milan si stava solo difendendo. Comunque questi primi mesi di stagione abbiamo fatto molto bene: in campionato siamo lì, la Champions l'abbiamo onorata lottando fino alla fine. I 20 infortuni hanno condizionato un rendimento che poteva anche essere superiore. Nel 2015, tra le 3 competizioni, vorremmo ottenere qualcosa di importante da regalarci e da regalare ai tifosi".


DE SANCTIS IN MIXED ZONE

Cosa è mancato?
"Non siamo stati timorosi, non lo siamo di fronte a nessuno. Il Milan ha fatto un'ottima partita, non ci ha concesso spazi. Abbiamo avuto delle folate che potevano essere più incisive, soprattutto quando loro sono rimasti in 10".

Una prestazione non buona e un episodio che ha sfavorito la Roma.
"Non sono d'accordo sulla "non buona prestazione" della Roma. Sul campo ci vanno tutti, giocatori e arbitri. Può succedere, mi limito a questo commento".


DE SANCTIS A MEDIASET

Un'occasione persa?
"Si il Milan e stato un avversario tosto, ben messo in campo. Il rammarico è per gli ultimi minuti che sono rimasti in dieci un pizzico di brillantezza in più per portare a casa un risultato importantissimo. Non è andata così siamo a tre punti dalla vetta ma il cammino è ancora lungo e noi continueremo a lottare".

Una Roma un po' stanca rispetto a Genoa, oggi non è sembrata così reattiva come sei giorni fa.
"Ma io credo che sia stato più merito del Milan, organizzato e tosto. Si parlava di un Milan con difficoltà difensive anzi ho visto un Milan ben organizzato a centrocampo e con i 4 in linea dietro. Il rammarico è per gli ultimi minuti che magari con un guizzo che ci avrebbe permesso di vincere la partita anche non avendo giocato in maniera spumeggiante. Nell'arco del campionato ci sta".

Una frenata che può avere delle ripercussioni?
"Siamo alla 16° giornata, abbiamo 36 punti e la Juve ne ha tre di più. Considerando tutto quello che è successo fino ad ora a questo squadra, l'impegno della Champions e tutta una serie di circostanze negative a questo punto della stagione si sta comportando bene. L'unica cosa è che se guardiamo alle ultime due partite in casa, avendo fatto bottino pieno saremmo stati avanti. Ci sono ancora 22 battaglie e cercheremo di vincere la guerra".

Non hai fatto riferimento al rigore di De Jong. Un rigore netto non visto dall'arbitro.
"Circostanze che ci possono stare, non voglio parlare degli arbitri, bisogna accettare il verdetto del campo con gli errori dei calciatori e gli errori degli arbitri".

C'è un'iniziativa dell'associazione calciatori?
"In collaborazione con la casa d'asta che raccoglie fondi per indirizzarli attraverso la Serie A e i calciatori. Indirizzeremo i proventi a quelle che sono le situazioni sportive, le impiantistiche che sono state danneggiate per la gente che vuole ripartire. Lo facciamo con grande spirito di solidarietà che deve contraddistinguere la nostra categoria e la gente che soffre".


DE SANCTIS A SKY

"Il Milan ha fatto un'ottima partita, era un buon momento, potevamo essere più lucidi soprattutto dopo l'espulsione, bastava pochissimo a quel punto per portare a casa il risultato. Il MIlan non ha rubato niente, resta il rammarico per non aver sfruttato i 20 minuti di superiorità".

Il bilancio.
"36 punti in 16 partite non sono un bottino da poco, considerando anche che abbiamo avuto la Champions e la disponibilità della rosa, certo fare bottino pieno nelle ultime due significava stare davanti alla Juve. Poi ci sarà l'Europa League sperando di avere 25 giocatori a disposizione."

Due parole anche sull'iniziativa benefica organizzata da Sky e Charity Stars. 
"La maglia dell'uomo partita e i soldi saranno raccolti per gli alluvionati di Genova: mi raccomando partecipate numerosi per delle persone che hanno sofferto e continuano a soffrire. Io ero in nomination? Beh penso che Diego Lopez con l'ultima parata abbiamo meritato più di me".





Le pagelle di Roma-Milan: Keita il migliore dei giallorossi

Come di consueto al termine del match, noi di Noi siamo la Roma proponiamo le nostre pagelle sulla prestazione dei giallorossi dopo il pareggio a reti bianche all'Olimpico di questa sera contro il Milan.

Ecco le pagelle dei giallorossi:

De Sanctis 6; Maicon 5,5 (81' Torosidis sv), Manolas 5,5, Yanga Mbiwa 6,5, Holebas 6; Keita 7, De Rossi 6 (74' Destro 5), Nainggolan 5,5; Florenzi 6,5 (66' Ljajic 5,5), Totti 6, Gervinho 6,5.





Pari all'Olimpico: Roma-Milan finisce 0-0!

Termina con un pareggio a reti bianche il 2014 della Roma. I giallorossi, infatti, non sono andati oltre lo 0-0 nell'anticipo della sedicesima giornata del campionato di Serie A allo stadio Olimpico contro il Milan di Pippo Inzaghi.

Giallorossi che recriminano per un calcio di rigore clamoroso non concesso da Rizzoli nel primo tempo per un netto fallo di mano di De Jong in area di rigore rossonera.

Roma apparsa molto stanca nel secondo tempo, che scivola così di nuovo a -3 dalla Juventus prima della sosta natalizia.






Top