La conferenza stampa di Rudi Garcia: "Domani contano solo i tre punti" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Consueta conferenza stampa di vigilia per Rudi Garcia al termine della rifinitura svolta stamane dalla squadra giallorossa a porte chiuse in vista del match di campionato di domani pomeriggio alle ore 18 contro il Sassuolo.

Ecco la conferenza stampa integrale del tecnico giallorosso:

Il Sassuolo ha raccolto risultati positivi. Squadra rivelazione con l'Empoli?
"Si ovviamente sono queste due squadre che fanno meglio del previsto. Il Sassuolo non è da quest'anno, ha 15 punti in sette partite, non perde da sette partite. E' una squadra che gioca a pallone, ha un attacco forte e soprattutto che l'anno scorso noi abbiamo vinto. Partita difficile".

Un commento al rinnovo di De Sanctis?
"Un po' di tempo fa qualcuno mi ha detto se sapevo qualcosa, era già previsto da tempo. Sono molto contento, Morgan è un anno e mezzo che gioca con noi, non è solo un portiere forte ed un uomo di qualità e per un gruppo è molto importante. Metto Lobont un po' a parte, lui aiuta Skorupski come De Sanctis e abbiamo due portieri di alto livello".

Due partite importantissime. Le scelte: sono rientrati tanti giocatori. Sono condizionate dal momento di forma?
"Le scelte sono fatte per vincere la partita di domani, senza pensare ad altre cose. Ci sono tanti parametri per scegliere, la forma è solo uno tra tanti parametri. Metterò in campo la squadra che mi darà più possibilità di prendere i tre punti. E' la cosa che voglio io e vogliono tutti i giocatori. Siamo in campionato e sappiamo che non dobbiamo mollare e fare di tutto. Se siamo al 100% abbiamo la possibilità di vincere, al 99% non sarà così".

Ritiene a nove mesi di distanza dall'infortunio di vendere Strootman dal primo minuto?
"Kevin è pronto, è entrato in gara due volte. Quando uno è fuori da otto mesi non può essere subiot al 100%. Bisogna entrare in campo, giocare e allenarsi. Kevin è uno dei più forti che abbiamo, un giocatore molto importante. L'Europa intera lo vuole, sulla qualità del giocatore non c'è dubbio. Piano piano sta ritrovando la fiducia e al condizione. E' una possibilità per domani, ma una delle tante. Vedrete domani quando avrete il foglio della partita".

Su Maicon
"Sta bene, sta benissimo: può giocare due gare di fila. Oggi faccio tutto, risposte domande...(scherzando, ndr)".

Di Francesco è riuscito a fermare la Juve, vedrete i bianconeri?
"Sapete il mio avviso, è lo stesso per i giocatori. La vedremo, ma non importa. Domani faremo di tutto per i tre punti, importa questo. Voglio solo fare la mia strada. Se vinciamo tutte le gare possibili, allora alla fine avremo la ricompensa giusta. Dobbiamo concentrarci su di noi, i risultati degli altri non c'entrano".

Da un anno e mezzo si insegue la Juventus. A lungo andare rischia di essere stressante?
"No, per niente. I giocatori lo hanno dimostrato anche la scorsa settimana. Questo campionato è una maratona, dobbiamo essere pronti per ogni gara di questo campionato. Solo così si ottengono risultati importanti".

La Roma conquista molti calci d'angolo. Da queste azioni non vengono gol, è un limite?
"Sono venuti dei gol, forse non abbastanza. Abbiamo buoni tiratori e saltatori. Questa cosa ha portato a dei risultati, forse come in ogni reparto dovremo migliorare. Non ho le statistiche, non saprei".

Iturbe è uno degli attaccanti che ha segnato meno, perché ha giocato meno. Sta scontando il peso della piazza?
"Sta bene, è tranquillo. Per me sta ritrovando la sua velocità e la sua esplosività. Per il suo gioco è fondamentale questo. E' anche molto positivo, sono sicuro che riuscirà bene e dà sempre tutto in campo e lotta. Può sbagliare qualcosa, ma subito si mette a lavorare per la squadra. Lui deve prendere dei rischi come Gervinho sui dribbling e sul saltare l'uomo".

Le hanno fatto piacere i complimenti di Mancini: la Roma deve essere preso come modello dall'Inter. Poi su Castan?
"Leo sta bene, è uscito dall'intensiva da 24 ore. Ci siamo mandati messaggi questa mattina ed è pronto per tornare il prima possibile. Siamo contenti che sia andato tutto bene. Ora bisogna avere un po' di pazienza e andremoa  fargli visita appena possibile e tanti auguri per il suo ritorno. Per quanto riguarda Mancini, non so se si riferisce alla società o alla squadra ma quando un grande allenatore come lui dà questo messaggio è molto incoraggiante per noi percné vuol dire che anche noi siamo sulla strada giusta".

La difesa ha preso nove gol. Cosa fa la differenza rispetto allo scorso anno?
"Ha preso 6 gol in 12 partite, vuol dire che ne ha presi pochi. Una squadra che prende pochi gol così vuol dire che difende bene. A parte l'Inter che ha attaccanti forti, avevamo chiuso sei partite di fila senza prendere gol. Per me il problema non c'è sul reparto difensivo. Penso che dovremmo vedere le cose in un altro modo: abbiamo avuto tanti infortunati, ho dovuto cambiare tante volte la squadra, la difesa è completamente diversa dallo scorso anno. Al momento è una delle migliori difese del campionato, la seconda".

La Roma ha preso più gol rispetto allo scorso anno, ma vincendo domani riuscirebbe ad avere gli stessi punti dello scorso anno. Si aspettava di riuscire a fare un record così imporante?
"Al momento siamo a due punti rispetto allo scorso anno. Vuol dire che con tanti problemi e cinque gare di champions in più fare gli stessi punti quasi dell'anno scorso è eccezionale per noi e per la Roma".

Sul rinnovo di Florenzi
"Posso solo dire che per me non ci sono problemi. Lui è un giocatore importantissimo per me e per la Roma. Sta facendo molto bene in un ruolo offensivo che non aveva all'inizio. E' un giocatore prezioso per l'allenatore, ma anche in porta potrebbe dare una mano. E' un tesoro per un allenatore, può fare una carriera come i romani che sono con noi, De Rossi e Totti, giocare tutta la sua carriera a Roma. Questo vorrà dire che la Roma sta all'altezza delle sue ambizioni, uno come lui vuole giocare in una squadra che vince dei titoli e siamo qui per questo".

Con il rinnovo di De Sanctis e Florenzi, ritiene che sia in caso di mandare Skorupski in prestito?
"Io sono contento con questi due portieri e non abbiamo bisogno di nessun altro".





«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top