Conferenza Stampa Garcia: "Punto su Destro per tutto il girone di ritorno" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Consueta conferenza stampa di vigilia per il tecnico giallorosso Rudi Garcia che ha incontrato i giornalisti a Trigoria alla vigilia del match di sabato contro il Palermo.

Ecco le parole dell'allenatore giallorosso:

Andrete a Palermo e Firenze, due partite ostiche, mentre le Juventus ne avrà due in casa. I tifosi sono un po' preoccupati perchè il distacco con i bianconeri potrebbe aumentare. Cosa si sente di dire?
"Il calendario c'è e c'è la realtà. Il calcio è così, sembra sempre tutto più difficile per uno e più facile per l'altro ma non è così, penso che anche quest'anno la storia ha dimostrato che noi abbiamo perso punti facili quando loro avevano partite difficili e viceversa, conta solo la verità del campo. Nessuna partita si vince prima di giocarla, dobbiamo recuperare i punti persi in casa e fuori casa e andremo a Palermo per vincere e recuperare."

Il Palermo è da temere soprattutto in casa e noi abbiamo qualche problemi in difesa, Torosidis è out, Manolas come sta?
"Sta bene. E' convocato, a parte Torosidis ci saranno tutti, e abbiamo una rosa di qualità che ci consente di affrontare questa partita. Il Palermo ha qualità soprattutto in attacco ma prende anche tanti gol, e noi dobbiamo fare la nostra partita con intensità e qualità. I tre punti sono il nostro obiettivo."

Un solo allenamento per Totti dopo il derby, giocherà lui domani o è il momento di Destro?
"Se conto tutti gli allenamenti che ha fatto Francesco mi viene da ridere e quindi penso che domani ce la farà sicuramente."

Su Destro?
"Mattia è un nostro attaccante, mi sono già espresso su questo. E' importantissimo e conto su di lui per tutta la seconda parte della stagione"

Questa squadra ha bisogno di equilibrio o di un attaccante in più?
"Dipende dalle partite, dall'avversario e dal modulo. Ci sono tanti parametri, e la condizione fisica dei miei giocatori. Sono tutti parametri da considerare, ma nella mia squadra non contano soltanto gli undici che iniziano, spesso finiamo la partita che ne hanno giocati 14. Non è che dopo la formazione non faccio più nulla, cerco di vincere anche a partita in corso. Forse a centrocampo inventerò qualcosa in corso."

Destro è convinto di rimanere alla Roma?
"Dovete parlare con lui, io lo vedo al 100% e sono convinto di questo."

Come sta Maicon, che problema ha?
"Ne abbiamo già parlato a Udine, contro la Lazio fisicamente stava bene. Lo dobbiamo gestire perchè quando si gioca una volta ogni tre giorni è difficile per lui fare tutte le gare, ma com'è per tutti gli altri. A metà febbraio ci saranno due mesi di partite ogni tre giorni e dovremmo ricorrere a tutta la rosa, quando avremo tutti in forma potremmo stare più tranquilli."

Ha chiesto giocatori per il mercato di gennaio? Cosa pensa di Salah?
"Di nomi se ne fanno tanti, sono come i fiori. La mia rosa così va bene se non ci saranno infortuni, vedermo quando torna Castan. Spero di non avere infortuni gravi. Questa rosa è costruita per durare tutta la stagione e per vincere il campionato."

Lotito ha detto di non scommettere sullo scudetto della Roma, lei ci scommette?
"Non ho nulla da dire su questo perchè mi sembra che hanno risposto i dirigenti. Dico solo che non molliamo nulla, dobbiamo solo pensare partita per partita. Dobbiamo tornare da Palermo con i tre punti. Per il resto, non voglio perdere tempo con queste cose..."

Ha pensato di avvicinare Totti alla porta?
"Francesco è stato efficace in area nel secondo tempo, era importante far arretrare la Lazio, anche se loro erano in vantaggio ed era normale che si chiudessero un po'. La Roma è stata brava a spingere e a creare palle gol, soprattutto a sinistra dove molti dicono che siamo deboli. Totti è già avanzato altrimenti dovrei metterlo dietro la porta. Quando lui viene incontro gli altri attaccanti devono andare in profondità. E' una questione di equilibrio."

Il calendario della Juve sembra più semplice ora, ha paura di aumentare il divario tra voi e loro?
"Il calendario non vuol dire nulla. Bisogna essere concentrati e pensare alla nostra partita, non quella degli altri."

Giocherà con il 4-2-3-1 come al derby?
"Possono giocare tutti, non siamo senza soluzioni, io ho preparato altri due moduli di gioco che possiamo usare dall'inizio o a gara in corso, dipende dal momento. Dobbiamo recuperare la palla per dare problemi all'avversario. Per me il modulo di gioco non è tutto, dipende da cosa fanno i giocatori nel modulo."





«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top