Garcia: "C'è solo da salvare la reazione". Maicon: "Dobbiamo fare di più". | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Arrivano puntuali a puntuali a fine partita le interviste dei protagonisti giallorossi, dopo il pareggio contro l'Empoli per 1-1 allo stadio Olimpico nella ventunesima giornata del campionato di Serie A.

A parlare sono come di consueto, il tecnico Rudi Garcia e Maicon, autore del gol del pareggio.

Ecco le parole dei protagonisti giallorossi:


GARCIA A SKY SPORT

L'infortunio di Iturbe le toglie un'altra alternativa in attacco. Inoltre questo quarto pareggio dice che la sua squadra è in involuzione?
"Quando siamo in un momento in cui ci sono tanti problemi, c'è solo da salutare positivamente la reazione della squadra. Non solo siamo stati sotto di un gol ma anche con un uomo in meno. Nel secondo tempo abbiamo messo ritmo e fatto di tutto per, non solo pareggiare, ma anche vincere. Abbiamo avuto un'occasione, poi la traversa di Astori. Diciamo che la ruota della fortuna non gira a nostro favore."

Una grande squadra regala un tempo?
"La reazione del secondo tempo è da grande squadra. Tatticamente, fisicamente, mentalmente abbiamo dimostrato che ci stiamo. Dobbiamo fare di tutto per combattere questa sfortuna che abbiamo da un po'. Le cose andranno meglio quando avrò più scelte, ora non ne ho."

A proposito di scelte, avrà Doumbia e Ibarbo: porteranno l'imprevedibilità che cercate?
"Doumbia è fatto, vediamo domani sera se torneranno lunedì o continueranno la Coppa d'Africa. Dobbiamo stringere i denti e fare di tutto per tornare alla vittoria. Sarà l'obiettivo di martedì."

Dovete solo guardare avanti, come dice Maicon, o preoccuparvi anche del Napoli?
"Dobbiamo solo guardare la prossima gara e abbiamo solo 3 giorni per risposarci. Vogliamo qualificarci e non dobbiamo pensare ad altre cose."

Cosa chiede ai suoi giocatori in caso di una palla in profondità degli avversari? Oggi avete subito una rete uguale a quella di Zaza all'Olimpico.
"La prima rete è stata casuale, i difensori sono stati presi controtempo dopo il lancio del portiere. Abbiamo giocato contro l'Empoli tre volte considerata anche stasera. L'organizzazione è il loro marchio di fabbrica. Bisogna vedere i compagni."

Appunto, cosa chiede ai suoi giocatori?
"L'atteggiamento della squadra è quello di essere sempre corta e compatta. Sappiamo pure che quando il portatore di palla è libero dobbiamo gestire la profondità."

Gli attaccanti non hanno aiutato ad alleggerire il pressing degli avversari?
"E' il compito dei nostri terzini, non dei nostri attaccanti"

Non c'erano quasi mai...
"Ci devono essere."

Non sono troppi i primi tempi che lasciate agli avversari?
"Quando una squadra, come facciamo da settimane, spacca tutto nel secondo tempo e non lo fa nel primo vuol dire solo che sta benissimo sul piano fisico. Non abbiamo accorciato bene dall'inizio."

E' stato sorpreso dei fischi?
"Penso che i nostri tifosi siano contenti del nostro secondo tempo. Penso che tutti i tifosi pensano che vogliono vedere la squadra che gioca con piacere e che si diverte. Non è stato così nel primo tempo ma nel secondo lo è stato, e abbiamo fatto di tutto per vincere."


GARCIA A MEDIASET

Quarto pareggio consecutivo e quarta volta sotto nel primo tempo, che sta succedendo psicologicamente?
"Niente di particolare, loro hanno mostrato che la voglia c'è e che danno tutto, la cosa interessante è la reazione della squadra, poi in questo momento dove abbiamo problemi tutti devo no fare di più, è un momento anche dove la fortuna non gira per noi vedi l'infortunio di Iturbe e la traversa di Astori. Dobbiamo stringere i denti e aspettare tutti i giocatori per avere una rosa più ampia."

Di Iturbe si sa qualcosa?
"Non lo so, speriamo che non sia grave ma forse dobbiamo dire che sarà grave così poi non sarà niente, abbiamo perso Strootman speriamo di non perdere anche Manuel."

E' preoccupato dal Napoli?
"No, non cambio idea sul fatto che dobbiamo guardare avanti e adesso per noi avanti è la Coppa Italia, dobbiamo fare di tutto per preparare bene questa gara, dobbiamo lavorare per stare meglio fisicamente."

Direbbe ancora che questa è una Roma da scudetto?
"L'atteggiamento di buon senso è concentrarsi subito sulla Coppa Italia, se parliamo del campionato la prossima settimana dobbiamo andare a Cagliari e fare di tutto per prendere i punti che abbiamo perso questa sera, non serve a niente parlare del mese di maggio, ora finisce gennaio che non è stato fortunato, speriamo che febbraio e tutto il resto dell'anno siano migliori."

Anche l'Olimpico ha fischiato...
"I nostri tifosi sono intelligenti e sanno che è un grande momento di difficoltà per la squadra, faccio gli auguri a Strootman di tornare il prima possibile, è in questi omenti che abbiamo bisogno di loro, capisco che loro sono dispiaciuti ma almeno nel secondo tempo abbiano visto una Roma davvero ottima, dobbiamo fare di tutto per far girare questa ruota della fortuna"

Dove stanno le differenze con l'anno scorso?
"Potendo avere continuità nelle partite, facendo sempre cambi in difesa a centrocampo e in attacco bisogna dare tempo ai giocatori per far si che capiscano gli automatismi. Quando avremo una rosa più ampia avremo più scelte e la squadra avrà più continuità all'interno della partita."

Chi dei nuovi darà più stimoli alla squadra?
"Sappiamo che quando un giocatore arriva, come Doumbia, dobbiamo essere tutti dietro di lui perché deve inserirsi subito. Darà stimoli nuovi alla rosa e facciamo vedere al nostro spogliatoio e ai nostri tifosi che non abbiamo perso l'ambizione."

Da qui alla fine del mercato farete altri movimenti? Chiriches o un centrocampista?
"Arriva Doumbia che spero per noi, non per lui, possa essere eliminato dalla Coppa d'Africa e che possa darci più possibilità per le prossime partite."



MAICON A SKY SPORT

Ora sono 4 i pareggi consecutivi. Perché non vincete più?
"Perché non facciamo un gol in più. Ora le cose stanno andando al contrario. Sappiamo che il campionato è difficile. Questi 4 pareggi non sono belli per una squadra che punta allo Scudetto".‏

Troppa difficoltà.
"Non stiamo facendo bene, anche in difesa. Da tutte le parti le cose non vanno bene. Dobbiamo lavorare di più. Una squadra che punta a tanto deve fare di più".‏

Gran gol il tuo, ma l'attacco non funziona.
"Non abbiamo creato tanto, loro hanno difeso bene. E' un momento difficile, conosciamo la nostra forza".

La Roma deve guardarsi dietro?
"No, sempre avanti. Sappiamo la nostra forza. Un mese fa eravamo vicini. Ora stiamo perdendo tanti giocatori fortissimi. Guarda Iturbe, che ha dato tutto. Dobbiamo ripartire".





«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top