Garcia: "Totti un genio! I gol regali nostri". Totti: "Lotteremo fino alla fine" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Al termine del pareggio ottenuto nel derby capitolino contro la Lazio, arrivano le dichiarazioni post-gara dei protagonisti giallorossi.

A parlare sono il tecnico Rudi Garcia e il capitano Francesco Totti.

Ecco le loro dichiarazioni:


RUDI GARCIA A SKY SPORT

Che valore dà a questo pareggio?
"Quando pareggi 2-2 meglio essere sotto di due gol e tornare il pareggio che al contrario. I ragazzi hanno fatto un secondo tempo di livello, esser sotto di due gol non è mai facile perché poi come al circo si gioca senza rete".

Perché quel primo tempo?
"Abbiamo regalato tanti palloni interessanti, ma anche nella ripresa. Quasi tutte le loro occasioni sono stati regali nostri. Sapevamo che con la velocità di Candreva e Felipe Anderson dovevamo stare attenti".

E' questo il modulo più adatto senza Gervinho?
"Bisogna dare problemi all'avversario con Pjanic alto e Francesco davanti all'area".

A partita vista, ha fatto 2 sostituzioni importantissime. Pensa d'aver sbagliato qualcosa all'inizio della partita?
"E' sempre facile parlare col senno del poi. Io non ho sbagliato niente da quel punto di vista, Ljajic non era al 100%, fosse stato così avrebbe giocato dall'inizio. Stringendo i denti poi anche lui ha fatto una bella entrata con Strootman. Questa partita non era finita e l'hanno dimostrato i giocatori".

Totti ha fatto due gol da centravanti. In questo momento Gervinho è out, vi serve un centravanti in area? O chiederà a Totti di giocare più avanti?
"E' la partita che chiedeva Totti in quel modo. Con Pjanic dietro di lui non era necessario farlo giocare così arretrato".

Si aspettava questo schieramento da parte della Lazio, anche col ruolo di Mauri?
"Mauri è un ottimo giocatore. Coi 3 attaccanti più Mauri avevano forte spinta offensiva. Per noi conta esser tornati con lo spirito giusto nel secondo tempo, giocando d'alto livello e facendo gioco nella ripresa. Siamo stati più presenti dell'area".

A proposito di Totti: ci dà un suo aggettivo sul capitano? E con un Totti del genere diventa difficile gestire un talento come Destro?
"No, Mattia è un grande giocatore. Arrivano delle partite in cui ci saranno spazi per tutti. Il Capitano ha dei colpi di genio perché è un genio e l'ha dimostrato ancora una volta in campo. L'aveva detto prima della partita e non mi sono sbagliato".‏

Il campionato di Roma e Juve è lunghissimo. Quanto pesa questo pareggio?
"Per ora siamo primi alla pari, peccato che il nostro obiettivo era di esserlo da soli. Vediamo che succede stasera, la quarta gioca con la prima. Noi guardiamo avanti. Una vittoria del Napoli sarebbe molto meglio per noi".

A Parigi non si riesce a calcolare quante persone stiano affollando le piazze in solidarietà di Charlie Hebdo.
"Io ho famiglia e amici che sono lì a Parigi che mostrano al mondo intero che bisogna essere uniti. La libertà deve vincere sempre".



TOTTI A MEDIASET PREMIUM 

Nel primo tempo cosa è successo?
"Non ce lo spieghiamo nemmeno noi, siamo entrati non al 100%, loro sono andati subito in gol. La partita si era messa nel migliore dei modi per loro. Nel secondo tempo una grande reazione di squadra, un grande spirito, siamo riusciti ad ottenere quello che volevamo cioè non perdere. Abbiamo cercato di portare a casa i tre punti fino alla fine."

Ci racconti la doppietta e il selfie?
"Un record che volevo io e tutti i tifosi. Speravo più nei tre punti che fare gol. Alla fine ho fatto questa doppietta, sono contento per me stesso ma soprattutto per la squadra che ha avuto una grande reazione. Questo selfie è una cosa simpatica per ricordare questa giornata, sia io che tutti i tifosi."

1 punto guadagnato o 2 persi?
"Per come si era messa uno guadagnato. Eravamo sotto di due gol poi il derby è una partita a sè. Dopo però abbiamo avuto una grande reazione, abbiamo un grande gruppo e un grande organico. Non volevamo perdere assolutamente questa partita. Ci siamo riusciti e questa è la prova che lotteremo fino alla fine".

Stasera un po' di simpatia per il Napoli?
"Stasera tifiamo Napoli".‏


TOTTI A SKY SPORT 

Un derby splendido.
"Purtroppo abbiamo buttato il primo tempo, non siamo riusciti a fare le nostre giocate. Non era semplice ribaltare il risultato. Nel secondo tempo siamo stati più cinici, abbiamo dimostrato di poter lottare per lo scudetto".‏

Con 11 gol raggiungi Da Costa e sei il miglior bomber nei derby.
"Un orgoglio, una soddisfazione per me e per i romanisti".

Il selfie?
"L'ho pensato in settimana. Io non sono abituato a farli, ci tengo alla mia vita privata, ma questo è un ricordo. Un ricordo per tutti. Ho fatto tutto io, ho dato il telefonino a Guido Nanni e poi è successo quello che è successo".

Avete agganciato momentaneamente la Juve.
"Oggi l'importante era non perdere. Ho visto un grande spirito di gruppo. Fino alla fine siamo lì a competere per il nostro unico obiettivo: lo Scudetto".





«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top