Presentato Doumbia: "Garcia non ha sbagliato a mandarmi in campo" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

L'esordio con il Parma con la nuova maglia giallorossa non è stato dei migliori per Seydou Doumbia, che è stato presentato oggi a Trigoria alla stampa.

Ecco le sue dichiarazioni:

ITALO ZANZI
"Grazie a tutti. Oggi presentiamo Seydou Doumbia, giocatore importantissimo per la Roma. Scelto perché sa segnare, ha tutta la fiducia della società, dell'allenatore, della squadra. Siamo contentissimi di averlo con noi".

SEYDOU DOUMBIA

Benvenuto Seydou. Sei da poco qui, come sono stati i primi giorni nella Capitale?
"Alla grande. Lo staff, la squadra mi ha accolto alla grande. Primi giorni molto positivi".

Com'è nata la trattativa? Cosa ti ha spinto ad accettare?
"L'ho saputo nel corso della Coppa d'Africa. Ho avuto modo di parlarne col mister. Sono due anni che ho modo di parlarne con Gervinho, ed è stato un ulteriore fattore decisivo ai fini del trasferimento".

La Roma ha segnato tanto all'inizio della stagione. Ora il problema è diventato proprio il gol. 12 reti nelle ultime 13 partite. Puoi essere in grado di risolvere questo problema?
"Quando ho firmato alla Roma speravo e spero di dare tutto il mio talento a questa società. Ho giocato la mia prima partita, spero di riuscire a soddisfare le attese del pubblico in futuro".

Puoi aiutarci a definire le tue caratteristiche tecniche? Sei un centravanti da area di rigore?
"Sì in effetti lo sono. Mi piace l'area di rigore. Ho segnato tanto in passato, ho bisogno di fiducia. Sono sicuro che riuscirò ad averla".

Hai affrontato la Roma nel suo miglior momento, a settembre. Ora che Roma hai trovato?
"Non ho visto molta differenza. In ogni squadra, in ogni stagione c'è un momento no, ed è ciò che stiamo vivendo ora. Però siamo ancora secondi".

Da novembre ad oggi hai giocato poche partite ufficiali. Quanto tempo ci vuole per vedere il vero Doumbia?
"In effetti non ho giocato molto, specie tra novembre ed oggi, ma intendo lavorare sodo per terminare questo campionato in bellezza. Ho già cominciato a lavorare per questo".

Come ti sei spiegato i fischi di ieri alla tua uscita dal campo?
"Penso che il match di ieri fosse difficile. Dovevamo vincere, credo di dover lavorare di più per trasformare quei fischi in applausi".

Lei è sceso dall'aereo, ha fatto un allenamento in palestra ed è stato schierato subito titolare. Garcia ha sbagliato a metterlo dal primo minuto?
"Ma non credo abbia sbagliato, data la mia finale di Coppa d'Africa. Mi sono allenato solo due volte, è vero che la mia prestazione non è stata delle migliori ma voglio lavorare di più per far meglio".

Si sente di tranquillizzare i tifosi sul vero Doumbia?
"Come detto prima è sempre il lavoro a migliorare il tutto. Dato che mi piace lavorare tanto cercherò di fare tutto per rispondere alle attese dei tifosi".





«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top