aprile 2015 | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Lavoro di scarico per chi ha giocato ieri, differenziato per Ljajic

La Roma di Rudi Garcia è tornata stamane subito in campo, il giorno dopo l'importante vittoria di Reggio Emilia contro il Sassuolo, per iniziare la preparazione in vista della sfida di domenica alle 12.30 contro il Genoa di Gasperini.

Lavoro di scarico per chi ha giocato ieri, mentre Ljajic, Holebas, Maicon e Strootman hanno svolto un programma personalizzato. 


Garcia: "Nessun complimento, domenica abbiamo un'altra partita". Pjanic: "Dobbiamo vincere le restanti partite"

Arrivano le dichiarazioni a caldo dei protagonisti giallorossi al termine della vittoria ottenuta al Mapei Stadium contro il Sassuolo per 3-0.

A parlare per i giallorossi sono il tecnico Rudi Garcia e il centrocampista, autore anche del terzo gol, Miralem Pjanic.

Ecco le loro dichiarazioni:

GARCIA A SKY SPORT

Finalmente può tornare a sorridere? La Roma è tornata a controllare la partita, è stata la miglior prova del 2015?
"Non sono sicuro ma sono contento non solo per aver vinto ma anche per aver fatto una partita piena. Siamo stati efficaci e questo ci aiuta a vincere le partite. Non dico complimenti ai ragazzi perché domenica c'è un'altra partita e dobbiamo prendere i 3 punti di nuovo. Dobbiamo fare in modo che questa partita conti. Per ora hanno fatto metà del loro dovere"

E' un segno di vitalità questi scontri tra i giocatori?
"Ovviamente, è una squadra viva e con carattere, orgoglio e dignità, come ha dimostrato la Roma stasera"

Lei sta cambiando spesso modulo. Ha trovato la strada giusta stasera?
"Non è questione di modulo ma di cosa fanno i giocatori in campo. Oggi abbiamo avuto tutti i parametri in campo per vincere. C'è stata una buona risposta da parte della Roma. C'è solo il campo che parla"

All'inizio avrebbe dovuto giocare con Keita in campo e Pjanic in un'altra posizione, poi ha dovuto cambiare modulo e ha messo Doumbia che finalmente a messo a tacere qualche polemica...
"E' vero che avevo previsto di giocare con un altro modulo di gioco. PRima del riscaldamento Keita mi ha detto che aveva un problema di sciatalgia, cose così, non aveva sensazioni ottime e gli ho detto 'tranquillo non ti faccio iniziare, che per una partita bisogna essere al 100%'. Poi l'ho fatto entrare perché era tornato al 100% grazie al lavoro dei nostri fisioterapisti. Il calcio è così, bisogna prendere delle scelte. Sono contentissimo per Doumbia perché non vedeva l'ora di segnare e ha fatto un gol da grande centravanti"

Una valutazione sulla partita di Pjanic, il più atteso dopo le dichiarazioni post Inter. La squadra pure sembra aver risposto dal punto di vista dell'atteggiamento...
"Mire ha dato l'esempio, ha fatto anche un gol. E' così che lo vogliamo. Pure Gervinho ha fatto bene anche se credo che tutti possono alzare ancora il livello. Quella di questa sera è la strada giusta per tutti loro"

La vediamo concentrata. E' contratto per la partita passata o si lascerà andare? E' ancora carico di tensione emotiva.
"No, sono sereno, non so se si dica così anche in italiano. So quello che sento e sono molto sereno, ho avuto la risposta giusta della mia squadra. Non cado nel catastrofismo quando le cose non vanno bene e non sono euforico quando vanno bene. I ragazzi devono capire che domenica c'è un risultato importantissimo da ottenere."

Florenzi è il simbolo di questa Roma? E' l'anima dei giallorossi?
"Lo si può definire così, io lo so da quando sono arrivato. Non penso sia sottovalutato, penso sia sotto gli occhi di tutti che sulla fascia destra sappia fare tutti, ha fatto lui l'assist per Doumbia. Lavora tanto ed è anche romano, siamo tutti fieri di lui. Però anche lui non deve mollare da qui alla fine della stagione"

Tra l'altro lo doveva sostituire ma è uscito più tardi. Poi Florenzi le ha detto "tranquillo mister"
"Sì mi aveva chiesto il cambio ma l'ho tenuto un po' di più. Lui è forte però, poteva rimanere un altro pò"


GARCIA A MEDIASET

Vuole fare i complimenti ad Allegri?
"I complimenti ad Allegri li faremo quando vinceranno lo scudetto, sono vicini. Sarò il loro primo tifoso in Champions."

Una vittoria di svolta?
"Speriamo, hanno fatto la partita giusta, con i giusti parametri. Abbiamo giocato da squadra, con una buona gestione del possesso palla e della partita. Ora dobbiamo continuare così, domenica dopo domenica, iniziando dalla prossima contro il Genoa."

Questa Roma è rinata su qualche schiaffone dell'allenatore?
"Li ho difesi, loro sanno cosa voglio. Spero che la fiducia di questa vittoria potremmo sfruttarla anche domenica. Vogliamo la spinta del nostro pubblico, ci piace giocare in dodici. Mi aspetto una grande curva sud a spingerci."

Il cambio Keita-Doumbia?
"Non aveva delle buone sensazioni. Ho preferito cambiare, nel calcio bisogna adattarsi e fare delle scelte. Complimenti a Doumbia per il gol."

Si è riscaldato bene...
"Preferisco non dire niente, neanche sui ritiri (ride, ndr)"

Una buona partita a livello tattico...
"Oggi abbiamo trovato il gioco tra le linee, abbiamo allargato il gioco, abbiamo risposto bene sul piano tattico. Quando ho visto la loro formazione ho deciso di giocare con un centravanti vero."

Il brutto periodo di Gervinho?
"Gervinho ha fatto un assist, può ancora fare meglio. Vedremo, i nostri attaccanti devono rispondere sul campo. Anche Iturbe è stato bravo. Abbiamo bisogno di fiducia."

Tevez e il violino?
"Non capisco, non ho visto. Solo lui può dire cosa significa."



PJANIC A SKY SPORT

Alla fine della partita di San Siro avevi detto di dover ritrovare un atteggiamento, questo?
"Ho detto quello che ho detto, è passato. Abbiamo parlato a fine partita. Oggi c'è stata una bella Roma con 3 gol fatti e zero presi. Ora dobbiamo riposarci per fare la stessa cosa contro il Genoa"

4-1-4-1. Potete giocare con il rombo con te trequartista?
"Sì abbiamo più soluzioni, l'importante è avere più soluzioni e permettere al mister di scegliere. Cambiamo spesso modulo durante la partita, il mister ce lo fa cambiare. Noi ci siamo trovati bene e abbiamo trovato spazi e occasioni. E' importante anche per la fiducia"

Giocare in trasferta vi rende più liberi?
"Non dovrebbe, bisognerebbe cominciare a vincere anche in casa, dovrebbe essere una forza in più e dimostrare di saper vincere in casa. Mancano ancora tante partite in casa e dobbiamo avere una forza in più con i nostri tifosi e creare più difficoltà al nostro avversario. La squadra vuole rispondere bene in queste ultime 5 partite e dobbiamo prendere quel posto Champions"

Cosa potete mettere in questa volata?
"Se le vinceremo tutte sarà sicuramente Champions. Le prepareremo una dopo l'altra e cercheremo di fare il massimo di vittorie. Dobbiamo andare in Champions, è molto importante."


PJANIC A MEDIASET

5 mesi dall'ultima con più di un gol di scarto...
"Quando vinci 3-0 in trasferta è importante per la fiducia. Abbiamo fatto quello che dovevamo, ora dobbiamo riposarci e pensare a vincere con il Genoa in casa".

Ora tornate a giocare in casa...
"Avere i tifosi vicino è una forza. Dobbiamo dimostrare e dare tutto sul campo. Vincere 3-0 in trasferta è una cosa molto positiva".

Il gruppo è unito...
"A Milano non ho detto niente di male, solo quello che pensavo. Ci siamo parlati e abbiamo analizzato delle cose per il nostro bene. Oggi abbiamo reagito molto bene dopo la sconfitta. Ora proviamo a vincere le prossime 5".

Sulla botta alla caviglia...
"Ho preso una botta a questa caviglia, ora mi riposerò".

Sassuolo-Roma: Le pagelle

Ecco le pagelle dei giallorossi al termine dell'importante successo ottenuto al Mapei Stadium contro il Sassuolo per 3-0.

Buona prestazione degli uomini di Garcia che tornano al successo convincendo, con tanti voti alti e con un Pjanic tornato finalmente ai suoi livelli.





Ecco le pagelle dei giallorossi:

De Sanctis 6,5
Florenzi 7
(80' Keita sv)
Manolas 6
Astori 6
Torosidis 6
De Rossi 6
Nainggolan 7
Pjanic 7
(86' Iturbe sv)
Ibarbo 6
Doumbia 6,5
(68' Yanga-Mbiwa 6)
Gervinho 6

Doumbia-Florenzi-Pjanic, la Roma rialza la testa!

La Roma torna al successo dopo lo scivolone di San Siro contro l'Inter e dopo le deludenti prestazioni degli ultimi mesi, espugnando il Mapei Stadium, e battendo il Sassuolo di Eusebio Di Francesco per 3-0.

Le reti del successo giallorosso sono state siglate dall'ivoriano Doumbia, dopo soli sei minuti di gioco, e al primo centro con la maglia della Roma, con un bel colpo di testa, da Florenzi al 27' con un bel destro dal limite dell'area dopo una bella azione personale, e da Miralem Pjanic al 74' lesto a girare in rete un assist di Gervinho.

Roma che sale così a 61 punti, rimanendo a -1 dalla Lazio vittoriosa questa sera sul Chievo, e tenendo così aperti ancora i giochi nella corsa al secondo posto.

Sassuolo-Roma: Ibarbo e Doumbia dal 1', Totti in panchina! Le formazioni ufficiali

Arrivano a meno di un'ora dal fischio d'inizio le formazioni ufficiali di Sassuolo e Roma che, al Mapei Stadium, si affronteranno per la trentatreesima giornata del campionato di Serie A.

Garcia sceglie il tridente Ibarbo-Doumbia-Gervinho, con il Capitano Francesco Totti che partirà dalla panchina.

Ecco le formazioni ufficiali che scenderanno in campo tra qualche minuto al Mapei Stadium:

SASSUOLO (3-4-3): 47 Consigli; 31 Peluso, 28 Cannavaro, 15 Acerbi; 8 Biondini, 7 Missiroli, 19 Taider, 30 Lazarevic; 83 Floro Flores, 10 Zaza, 17 Sansone. Allenatore: Eusebio Di Francesco. 
A disposizione: 1 Pomini, 79 Pegolo, 3 Longhi, 20 Bianco, 21 Fontanesi, 27 Benucci, 32 Natali, 6 Chibsah, 29 Mandelli, 33 Brighi, 96 Sereni, 99 Floccari.
INDISPONIBILI: Terranova, Antei, Vrsaljko, Magnanelli, Donis, Gazzola, Polito.
SQUALIFICATI: Berardi.
DIFFIDATI: Acerbi, Biondini, Brighi, Cannavaro, Missiroli.

AS ROMA (4-3-3): 26 De Sanctis; 24 Florenzi, 44 Manolas, 23 Astori, 35 Torosidis; 16 De Rossi (C), 4 Nainggolan, 15 Pjanic; 19 Ibarbo, 88 Doumbia, 27 Gervinho. 
Allenatore: Rudi Garcia. 
A disposizione: 28 Skorupski, 2 Yanga-Mbiwa, 48 Balzaretti, 8 Ljajic, 33 Spolli, 3 Cole, 94 Paredes, 48 Uçan, 53 Verde, , 7 Iturbe, Keita, 10 Totti. 
INDISPONIBILI: Maicon, Castan, Strootman, Holebas
SQUALIFICATI: - 
DIFFIDATI: Maicon, Keita, Florenzi 

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo.
Assistenti: Posado-Paganessi.
IV Uomo: Stallone
Addizionali: Tommasi-Candussio

Diretta tv Sky e Premium Calcio ore 20.45.

Sassuolo-Roma: Le probabili formazioni

La Roma di Rudi Garcia è chiamata questa sera all'ennesimo riscatto, questa volta dopo lo scivolone di Milano contro l'Inter, per poter inseguire ancora le speranze di un posto in Champions per la prossima stagione.

L'avversario di questa sera, nel turno infrasettimanale valido per la trentatreesima giornata del campionato di Serie A, è il Sassuolo dell'ex Eusebio Di Francesco, che già ha fatto tremare i giallorossi nella gara d'andata conclusasi poi con il punteggio di 2-2, ma solo nei minuti finali.

QUI ROMA - Fatta eccezione per i lungodegenti Maicon, Strootman e Castan, Garcia ha a disposizione praticamente tutta la rosa, il che aumenta le possibili soluzioni. Gli ottimi 20 minuti disputati sabato scorso dalla squadra dopo l'avanzamento di Pjanic sulla trequarti rende questa ipotesi assai invitante, con l'inserimento di Keita accanto a Nainggolan e De Rossi. Oppure, con il bosniaco nei tre di centrocampo, potrebbe giocare ancora Totti nei tre davanti, insieme a Ljajic e Ibarbo, anche se non è esclusa una ulteriore possibilità per Gervinho. Senza Cholevas, la retroguardia davanti a De Sanctis dovrebbe essere quella composta da Florenzi, Manolas, Astori e Torosidis.

QUI SASSUOLO - L'unica defezione di rilievo per Di Francesco è rappresentata dalla squalifica comminata a Berardi, che dovrebbe essere rimpiazzato da Floro Flores nel classico tridente neroverde.



Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo questa sera al Mapei Stadium:
 
SASSUOLO (3-4-3): Consigli; Acerbi, Cannavaro, Peluso; Lazarevic, Taider, Missiroli, Longhi; Floro Flores, Zaza, Sansone.

ROMA (4-3-1-2): De Sanctis; Florenzi, Manolas, Astori, Torosidis; De Rossi, Keita, Nainggolan; Pjanic; Ljajic, Ibarbo.

Diretta tv Sky e Premium Calcio ore 20.45.

Lazio-Roma: Info biglietti

La Roma, tramite il proprio sito ufficiale, ha reso note le modalità d'acquisto dei tagliandi per la gara di ritorno di campionato tra Lazio e Roma  in programma il 24 maggio alle 15:00 allo stadio Olimpico. Queste le modalità: in relazione alle modalità di vendita dei biglietti per i propri Tifosi, come da accordi in reciprocità tra le due Società ed in base a misure organizzative attivate di concerto con le Autorità competenti in occasione della gara d'andata dell'11 gennaio 2015, l'AS Roma comunica quanto segue.


SETTORI DI CURVA SUD E DISTINTI SUD


FASE 1 (prelazione per gli Abbonati A.S. ROMA 2014/2015 di Curva Sud/Curva Nord e Distinti Sud):
In questa Fase i biglietti dei settori di CURVA SUD e DISTINTI SUD saranno riservati in opzione esclusivamente agli Abbonati della A.S. ROMA di pari settore per la stagione in corso.
Ogni abbonamento darà diritto all'acquisto di un solo biglietto della stessa tipologia di settore, e fino ad esaurimento dei posti disponibili. Pertanto gli Abbonati di Curva Sud e Curva Nord potranno acquistare esclusivamente biglietti di Curva Sud, mentre gli Abbonati di Distinti Sud esclusivamente tagliandi di Distinti Sud. Tali biglietti saranno incedibili.
Per l'acquisto del tagliando sarà necessario esibire all'operatore l'abbonamento o il voucher dell'attuale stagione in originale ("AS ROMA CLUB PRIVILEGE" con allegato Tagliando Segnaposto o Tessera AS ROMA CLUB HOME) con un valido documento di riconoscimento e dovrà essere obbligatoriamente consegnata all'operatore una fotocopia leggibile dello stesso titolo ("AS ROMA CLUB PRIVILEGE" con allegato Tagliando Segnaposto o Tessera AS ROMA CLUB HOME).



FASE 2 (vendita libera):
In questa Fase saranno posti in vendita libera tutti i tagliandi di CURVA SUD e DISTINTI SUDeventualmente rimasti invenduti al termine della Fase 1.
Sarà possibile acquistare un solo tagliando a persona, esibendo all'operatore un valido documento d'identità. Tali biglietti saranno incedibili.


CALENDARIO DI VENDITA:
Vendita in prelazione dei tagliandi di Curva Sud, esclusivamente per gli Abbonati di Curva Sud e Nord (FASE 1): dalle ore 10.00 di lunedì 4/5, alle ore 20.00 di giovedì 7/5;
Vendita in prelazione dei tagliandi di Distinti Sud, esclusivamente per gli Abbonati di Distinti Sud (FASE 1): dalle ore 10.00 di venerdì 8/5, alle ore 20.00 di mercoledì 13/5;
Vendita libera dei tagliandi di Curva Sud e Distinti Sud eventualmente rimanenti (FASE 2): dalle ore 10.00 di giovedì 14/5, alle ore 19.00 di sabato 23/5.


(CLICCA QUI PER IL COMUNICATO UFFICIALE)



(fonte romanews.eu)

I convocati di Garcia per il Sassuolo: C'è Keita, out Holebas

Il tecnico giallorosso Rudi Garcia ha diramato la lista dei giocatori convocati per il match di domani sera al Mapei Stadium contro il Sassuolo di Eusebio Di Francesco.

C'è Keita nella lista dei convocati, mentre rimane fuori il terzino greco Holebas che non ha recuperato dall'infortunio.





Ecco la lista completa dei giallorossi convocati dal tecnico francese:

ASTORI
BALZARETTI
COLE
DE ROSSI
DE SANCTIS
DOUMBIA 
FLORENZI
GERVINHO
IBARBO
ITURBE
KEITA
LJAJIC
LOBONT
MANOLAS
MAPOU
NAINGGOLAN
PAREDES
PJANIC
SKORUPSKI
SPOLLI
TOROSIDIS
TOTTI
UÇAN
VERDE

NON CONVOCATI: Castan, Maicon, Holebas, Strootman.

Conferenza stampa Garcia: "Non voglio distrazioni. Secondo posto? Spero ci sia consapevolezza"

Conferenza stampa di vigilia per il tecnico giallorosso Rudi Garcia che, nella sala stampa del centro sportivo di Trigoria, ha incontrato i giornalisti 

Ecco le dichiarazioni del mister della Roma:

Cosa salverebbe del match con l'Inter e cosa non vuole rivedere?
"Salvo tante cose, abbiamo fatto una buona partita. Dobbiamo migliorare l'efficacia nell'area nostra e in quella avversaria. Giocando così vinceremo le partite, per me è una partita interessante".

Il secondo posto dipende solo dalla Roma, c'è questa consapevolezza?
"Spero, sanno cosa fare. Non progettiamo sulle sei partite, ma su quella di domani per ottenere quello che vogliamo, la qualificazione in Champions".

Modulo con Pjanic più due attaccanti?
"È una possibilità o a inizio gara o durante. Il Sassuolo non ha lo stesso modulo che ha l'Inter. Quando scegliamo un modulo lo facciamo per mettere in difficoltà l'avversario".

Condizioni Keita, Holebas e Pjanic
"Pjanic sta benissimo, Keita anche: lo abbiamo risparmiato perché ha avuto un po' di fastidio al ginocchio ma si è allenato al 100%. Holebas non lo convoco, ha fastidio agli adduttori ed è meglio non rischiarlo perché ho soluzioni."

Si aspetta una squadra al 100%?
"Lo fanno già. Togliamo la gara contro l'Atalanta ma lo hanno fatto anche contro l'Inter. Gli errori? Al contrario della partita di andata domani non dobbiamo fare regali all'avversario: sarà importante così come fare un gioco che crei occasioni, essere cinici per segnare. Per vincere bisogna farlo"

Sabatini: "Totti decide lui". Per lei è un giocatore importante per il futuro?
"Le domande le dovete fare a Walter se volete dei dettagli. Quello che so è che ho una partita da gestire domani e che il capitano è importantissimo per noi: non è perché è uscito nell'ultima gara che non ci aiuterà per qualificarci alla Champions. Faremo conti e bilancio alla fine della stagione, a che serve parlare oggi dei singoli? Non voglio distrazioni, voglio concentrazione sulle partite, specie la prossima che è la più importante della stagione."

Vede una Roma svogliata in allenamento come ha detto Pjanic?
"La squadra si allena benissimo. Mire ha voluto dire che bisogna dare tutto, essere più efficaci nelle gare che restano. Mi è piaciuto, vuol dire che Pjanic è tornato: il suo infortunio, che è durato quattro mesi, spero sia passato. A fine gara era carico e spero che la squadra, come ha detto lui, dia tutto, che usi la testa e metta carattere e orgoglio."

Gervinho?
"Non serve niente guardarsi indietro: anche se avesse fatto benissimo bisogna fare ancor meglio fino alla fine della stagione. Parlo di tutti gli attaccanti: possono fare meglio, con gol e assist. La risposta la possono dare già da domani."

Non-ritiro: scelta sua al 100%?
"Tutte le decisioni sono mie. Parlo anche con lo staff perché siamo un gruppo ma tutte le decisioni sono mie. Possiamo frustarli, farli dormire nudi ma a che serve? Si prende un esempio che funziona, ma posso citarne dieci per dimostrare che non funziona. Doumbia? Questo pseudo-tifoso che ha filmato il riscaldamento, mi chiedo dove fosse nei 14 minuti in cui si è scaldato durante l'intervallo: questo è rovistare nella spazzatura. Il ritiro è una decisione mia: se vinciamo abbiamo fatto bene, se non vinciamo abbiamo fatto male. Funziona così, è la regola."

Doumbia: come ha vissuto questi giorni? Portiere: Skorupski-De Sanctis?
"Questa è una buona domanda ma giocherà Morgan domani: sta bene, siamo quasi a fine stagione e non c'è bisogno di cambiare. Doumbia non vede l'ora di giocare e segnare. Ed è quello che mi aspetto da lui."

Si sente di dire che la Roma entra in Champions League?
"Siamo a un punto dal secondo posto, l'obiettivo è qualificarci come secondi. Sono sereno, tranquillo, motivato e determinato: fino all'ultimo secondo della stagione lotteremo. Con chi crede in questa squadra e io per prima credo in questi ragazzi."

Più permissivo nei confronti della squadra: atteggiamenti che hanno portato il gruppo ad approfittarsi?
"Vieni dentro così parli a ragion veduta. E' sempre facile parlare con il senno di poi e farlo quando i risultati vanno meno bene. Non sono uno che parla o che cade nel pessimismo dopo una sconfitta: penso sempre positivo e l'unica risposta che possiamo dare è domani. Per noi non cambia: l'unico obiettivo è vincere domani. Non ho un secondo da perdere su queste cose, domani serve vincere perché è quello che bisogna fare."

Giocherà Cole?
"Giocheremo con un terzino sinistro. Possiamo giocare con Balzaretti, Cole, Florenzi, Torosidis, forse un altro. Vedremo."

Rifinitura: Out Holebas, recuperato Keita

La Roma di Rudi Garcia è scesa in campo per la rifinitura in vista della partita di mercoledì sera al Mapei Stadium contro il Sassuolo dell'ex Eusebio Di Francesco.

Pjanic e Ljajic hanno svolto l'intera seduta con il gruppo e sono abili e arruolati per la sfida con i neroverdi. Lavoro differenziato invece per Keita e Holebas. Il maliano sarà comunque convocato, mentre Holebas rimarrà nella Capitale. L'allenamento si è chiuso con la classica partitella e con le prove di 4-3-3.


Tentazione Inghilterra per Nainggolan!

Via Nainggolan e resta Pjanic. Come riporta il Corriere dello Sport (G. D'Ubaldo), il centrocampista belga non ha gradito che la Roma non abbia chiuso a gennaio la sua comproprietà. Le parti sembrano distanti anche sui rinnovi ed ecco che spunta l'ideacessione: il Manchester United è alle porte. 


(fonte romanews.eu)

Pjanic e Ljajic in gruppo!

La Roma è tornata questo pomeriggio ad allenarsi, dopo la sconfitta di Milano contro l'Inter, per iniziare la preparazione in vista della trasferta di mercoledì contro il Sassuolo dell'ex Di Francesco.

Lavoro differenziato per Holebas, colpito da un affaticamento muscolare. Personalizzato per Keita, mentre Pjanic e Ljajic lavorano normalmente con il gruppo.

Sassuolo-Roma a Mazzoleni

Sarà Paolo Mazzoleni della sezione di Bergamo a dirigere la sfida di mercoledì sera al Mapei Stadium tra Sassuolo e Roma, gara valida per la trentatreesima giornata del campionato di Serie A.

Mazzoleni sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Posado e Paganessi, dal quarto uomo Stallone, e dagli addizionali Tommasi e Candussio.

Inter-Roma: Le pagelle

Ecco le pagelle dei giallorossi dopo la sconfitta di ieri sera a San Siro contro l'Inter di Mancini per 2-1.

Migliore in campo Nainggolan per gli uomini di Garcia, mentre prestazione sottotono per Holebas e Gervinho.



Ecco le pagelle dei giallorossi:

De Sanctis 5,5
Florenzi 6
Manolas 5
Yanga-Mbiwa 5
Holebas 4,5
De Rossi 5
Pjanic 6
Nainggolan 6.5
Ibarbo 5.5
Totti 5
Gervinho 4,5
Keita 5,5
Doumbia s.v.
Iturbe s.v.

Garcia: "La partita è stata buona. Nulla è perso"

Ecco le dichiarazioni a caldo del tecnico giallorosso al termine della sconfitta della sua Roma a San Siro contro l'Inter di Mancini per 2-1:

GARCIA A MEDIASET PREMIUM

Rispetto alla partita con l'Atalanta è arrivata una risposta?
"Sì certo, soprattutto nel secondo tempo, dove abbiamo preso in mano il gioco. Dopo abbiamo cercato a tutti i costi la vittoria e questi ci ha fatto incaassare il secondo gol".


Bene anche con il cambio modulo?

"Si finchè c'è stato Pjanic, poi doveva entrare Salih, ma Victor era stanco e allora ho dovuto cambiare. Adesso giochiamo tra quattro giorni e dobbiamo vincere assolutamente".

Sul secondo posto...
"Se vincono gli altri guadagnano dei punti su di noi, mancano sei partite e la prossima è fondamentale. Nulla è perso, non abbiamo più tempo da perdere. Giocando così e con un po' più di fortuna, basta vedere il palo di Ibarbo e il secondo gol con il passaggio deviato da De Rossi".


Cosa è cambiato nella Roma?

"Ma niente, oggi abbiamo preso la partita in mano contro un Inter con giocatori forti. Il problema era la scorsa settimana, oggi abbiamo fatto una buona partita".


Lo spostamento di Pjanic...

"E' stato per liberare i due attaccanti, che sono due attaccanti veloci, ma erano troppo lontani dall'area. Nel secondo tempo abbiamo attaccato meglio. Un pareggio oggi sarebbe stato più logico oggi".


Invertire gli esterni, per aumentare il giro palla?

"Il nostro gioco deve liberare spazio ai terzini. Gervinho non deve passare un tempo a destra e uno a sinistra. Devono spaziare, per creare gioco e profondità".


Con Totti fuori la Roma gioca meglio?

"No, abbiamo giocato meglio nel secondo tempo per il cambio modulo. Volevo più velocità e ho fatto questa scelta. Ogni giocatore è importante per me".


Aumenta la pressione?

"C'è tanta voglia per arrivare a qualificarci per la Champions. Non cambia nulla, saremo ancora più motivati mercoledì".


Ci sono rimpianti in questa stagione?

"Il bilancio si fa a fine stagione, oggi concentriamoci su mercoledì".


GARCIA A SKY SPORT


Primo tempo buono, poi il tracollo. Avete perso con la partita in mano?

"Un pareggio sarebbe stato più logico, ma sappiamo che a questi livelli sono gli episodi a decidere. Abbiamo colpito un palo nel primo tempo, nel secondo tempo abbiamo giocato da Roma. Abbiamo spinto, ma abbiamo preso il gol sconfitta. Sulla voglia di vincere non c'è niente da dire ai ragazzi, non abbiamo il tempo di lamentarci che si gioca mercoledì".



Come mai con l'uscita di Pjanic non è rimasto col rombo?

"Ibarbo era stanco, Miralem aveva dei crampi. Siamo rimasti con Victor in campo, per inserire Doumbia ci abbiamo messo troppo tempo e non sapevamo se Keita poteva continuare".



Il palo di Ibarbo è stata l'unica conclusione degli attaccanti. Che riflessioni fa?

"I ragazzi non dovevano perdere fiducia. Il problema è stata l'impostazione da dietro, abbiamo perso troppi palloni. C'è stata un po' di sfortuna sul palo colpito da noi, dobbiamo migliorare davanti alla porta ed essere efficaci. Era possibile almeno segnare un secondo gol".



C'è stato un senso di ripresa della Roma. Oggi avete perso perché volevate vincerla, ma l'avete persa nelle due aree, perchè nello sviluppo del gioco è stato un match alla pari.

"Sono d'accordo, in difesa abbiamo fatto alcune scelte sbagliate, ma la gara di squadra in generale è stata di buona qualità. Nulla a che vedere col match pareggiato contro l'Atalanta".



Il gol subito.

"Fai un passo in avanti e indietro sbagliato e prendi gol. Il passaggio di Podolski è stato deviato anche da De Rossi...".



La classifica?

"La partita è stata buona, i ragazzi devono alzare la testa. Giochiamo tra 4 giorni, dobbiamo essere più efficaci nelle due aree. Almeno l'atteggiamento della squadra è stato buono, l'Inter ha dei giocatori forti. Questi due gol si possono capire. Sul piano difensivo si poteva far meglio, non c'è nulla di perso. Ora c'è solo da vincere mercoledì".


Brutta sconfitta a San Siro!

Brutta sconfitta per la Roma di Rudi Garcia che, dopo il pari casalingo contro l'Atalanta, registra la sconfitta a San Siro contro l'Inter di Mancini per 2-1.

Sono i nerazzurri a passare in vantaggio al 15' con l'ex biancoceleste Hernanes. Nella ripresa il pareggio giallorosso al 63' con Nainggolan, e nei minuti finali, al 88', la rete decisiva di Icardi.

Roma che rimane così a 58 punti, come la Lazio, che domani riceverà il Chievo all'Olimpico, e che ha la possibilità di allungare dunque sui giallorossi.

Inter-Roma: Le probabili formazioni

Questa sera allo stadio Meazza di San Siro Inter e Roma scenderanno in campo per la trentaduesima giornata del campionato di Serie A.

Gara delicata per i giallorossi che arrivano alla sfida con la squadra di Mancini dopo il deludente pareggio in casa con l'Atalanta e il mancato controsorpasso ai danni della Lazio. La squadra di Garcia, attualmente terza a 58 punti per differenza reti, si augura di tornare alla vittoria per tornare a dire la sua nella lotta Champions e tenere a debita distanza il Napoli, ora a -5.

Ambizione Champions ormai abbandonata dai nerazzurri: il club milanese si trova attualmente al decimo posto con 42 punti, ed è reduce da un derby che ha lasciato l'amaro in bocca. Dopo la gara del Meazza.


Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo questa sera:

INTER (4-3-1-2): 1 Handanovic; 33 D'Ambrosio; 23 Ranocchia; 15 Vidic; 5 Juan Jesus; 13 Guarin; 10 Kovacic; 77 Brozovic; 88 Hernanes; 9 Icardi; 8 Palacio. All.: Roberto Mancini
A disp.: 30 Carrizo; 46 Berni; 6 Andreolli; 26 Felipe; 55 Nagatomo; 21 Santon; 20 Obi; 27 Gnoukouri; 91 Shaqiri; 97 Bonazzoli; 28 Puscas; 11 Podolski.
INDISPONIBILI: Jonathan, Dodò, Kuzmanovic, Campagnaro
SQUALIFICATI: Medel
DIFFIDATI: Dodò, Campagnaro, Hernanes, Ranocchia, Juan Jesus 
BALLOTTAGGI: D'Ambrosio-Santon; Kovacic-Shaqiri-Gnoukouri

ROMA (4-3-3): 26 De Sanctis; 24 Florenzi, 44 Manolas, 2 Yanga-Mbiwa, 25 Holebas; 16 De Rossi, 4 Nainggolan, 20 Keita; 19 Ibarbo, 10 Totti, 27 Gervinho. All.: Rudi Garcia
A disp: 28 Skorupski, 42 Balzaretti, 35 Torosidis, 3 Cole, 33 Spolli, 48 Uçan, 15 Pjanic, 32 Paredes, 88 Doumbia, 8 Ljajic, 7 Iturbe, 53 Verde.
INDISPONIBILI: Maicon, Castan, Strootman
SQUALIFICATI: Astori
DIFFIDATI: Maicon, Keita, Florenzi
IN DUBBIO: -
BALLOTTAGGI: Florenzi-Torosidis, Pjanic-Keita, Ljajic-Ibarbo


ARBITRO: Orsato (sez. Schio)
ASSISTENTI: Manganelli - Preti
IV: Cariolato 
ADD1: Rizzoli
ADD2: Fabbri

Diretta tv Sky Sport 1 e Premium Calcio ore 20.45.

I convocati di Garcia per l'Inter: Tornano Gervinho e Pjanic!

Attraverso il sito ufficiale l'As Roma ha reso noto l'elenco dei convocati dal tecnico francese Rudi Garcia in vista il big match di domani sera al Meazza contro l'Inter.

Tornano tra i convocati Gervinho e Pjanic, assenti nelle ultime gare per infortunio.





Ecco l'elenco completo:

BALZARETTI
CHOLEVAS
COLE
DE ROSSI
DE SANCTIS
DOUMBIA  
FLORENZI
GERVINHO
IBARBO
ITURBE
KEITA
LJAJIC
LOBONT
MAPOU
MANOLAS
NAINGGOLAN
PAREDES
PJANIC 
SKORUPSKI
SPOLLI
TOROSIDIS
TOTTI
UÇAN
VERDE

Conferenza stampa Garcia: "Non abbiamo più tempo da perdere. Dobbiamo dare tutto"

Il tecnico giallorosso Rudi Garcia ha incontrato questo pomeriggio i giornalisti nella sala stampa del centro sportivo "Fulvio Bernardini" di Trigoria alla vigilia della sfida di domani sera contro l'Inter a San Siro. 

Ecco le parole del tecnico francese:

Si può rivedere la Roma dell'andata?
"Avevamo giocato con intensità e fiducia. La prima dobbiamo metterla domani, ne avremo bisogno perché giocare con l'Inter è bello ma difficile. La parola d'ordine e avere l'atteggiamento di Cesena, contro il Napoli e a Torino per fare di tutto per vincere. In qualsiasi stadio andremo per vincere ma serve l'intensità dell'andata".

Gervinho e Pjanic?
"Ho parlato con loro, sono al 100%".

L'Inter di Mancini?
"Hanno tanti giocatori importanti e di qualità ma sappiamo dove andiamo. Poi col ritorno di alcuni giocatori anche noi abbiamo ritrovato forze importanti, ci saranno delle scelte da fare ma sapete come la penso: più scelte ho e meglio è per la squadra. Si alza la concorrenza per fare meglio, sono contento di ritrovare alcuni giocatori. La squadra migliora dal punto di vista psicologico".

Le semifinali di Champions?
"Parlerò anche dell'Europa League, il Napoli per fortuna non incontra la Fiorentina. sarebbe stato il sorteggio peggiore, così abbiamo tre chances di andare in finale. Per il calcio italiano sarebbe bene che almeno una delle tre andasse in finale. In Champions ci sono le più forti d'Europa".

Sul confronto con la squadra:
"Abbiamo parlato il giorno dopo, sanno cosa mi aspetto da loro. Sono determinatissimo e loro anche lo saranno come hanno dimostrato questa settimana con del lavoro intenso. Ora dobbiamo riportare queste cose fatte in settimana e voglio tanta solidarietà: ci deve essere sempre un compagno che aiuta chi sbaglia. Entriamo nell'ultima linea del campionato e non abbiamo tempo da perdere".

Perché la Roma va meglio fuori casa?
"Appoggiamoci a questo, ora però non serve parlare delle gare casalinghe perché ne avremo due in trasferta. Sono cose che devono darci fiducia, il fatto di essere determinati quando c'è il fischio di inizio e nient'altro. Sappiamo come fare".

Chi sta meglio tra voi e l'Inter?
"Posso parlare solo della Roma. L'Inter ha un grande palmares, noi abbiamo ambizioni da quando è arrivato il presidente. Per questo sono qua, per migliorare in tutti i punti del club e lavorare meglio ogni stagione. Ma per il momento conta solo la partita di domani, parlare di mercato e giocatori non serve. Dobbiamo mettere tutta la nostra concentrazione sulla partita che arriva e sul finale di stagione. Poi avremo tempo per i bilanci e per le altre cose, ma per ora non voglio che i giocatori perdano anche l'1% di concentrazione".

Balzaretti parla degli stimoli che è riuscito a dare dopo il 26 maggio. Quest'anno non sono stati recepiti?
"Bisogna chiedere ai giocatori. Io sono sempre lo stesso, amo i miei giocatori, so cosa possono fare. Adesso la classifica dice che siamo terzi a parimerito col secondo e c'è tanto da fare. L'unica cosa che posso dire su Federico è che da quando è tornato è stato uno molto positivo e che carica sempre la squadra: il suo ritorno nello spogliatoio è stato molto importante. Questo atteggiamento positivo mi piace, io che sono una persona che vede sempre il positivo"

Iturbe come sta a livello mentale? Si può ancora recuperare?
"Come ho detto a Manu: è stato il migliore in campo delle partite precedenti, può sbagliare una partita, non deve perdere fiducia. Avremo bisogno di lui da domani fino alla fine della stagione e deve essere come sempre: lui dà sempre il meglio. Sbagliare una partita può succedere a tutti, anche ai più importanti in Europa"

Per i bookmakers, l'Inter è favorita domani.
"Che posso fare su questa cosa? Non m'importa, m'interessa solo dell'atteggiamento della squadra e che credano in loro stessi. Le cose che avvengono fuori dallo spogliatoio, fuori dal club, sono normali. Noi siamo concentrati sulla partita di domani"

Rifinitura: Gervinho e Ibarbo verso una maglia da titolare

Seduta di rifinitura stamane per i giallorossi in vista della sfida di domani sera al Meazza contro l'Inter di Roberto Mancini.

Recuperati Gervinho e Pjanic, che hanno svolto l'intero allenamento con il gruppo, suddiviso tra parte atletica, tattica e concluso con la partitella in famiglia, dove è stato provato il tridente Gervinho-Totti-Ibarbo.

Lavoro personalizzato invece per Strootman, Maicone Castan.

Roma-Genoa: Info biglietti

L'As Roma ha reso note le modalità di vendita dei tagliandi per la gara con il Genoa, valida per la 33esima giornata di Serie A e in programma domenica 3 maggio alle 12.30.


AS ROMA informa che la prevendita dei biglietti per la gara proseguirà fino:
• alle ore 11.30 di domenica 3 maggio 2015 (A.S. Roma Store).
• alle ore 12:30 di domenica 3 maggio 2015 (Ricevitorie LIS e Foro Italico Ticket Office).




(fonte romanews.eu)

Inter-Roma a Orsato

Sarà Daniele Orsato, dalla sezione di Schio, a dirigere la sfida di sabato sera tra Inter e Roma in programma al Meazza.

Orsato sarà coadiuvato dagli assistenti Manganelli e Preti, dal quarto Cariolato e dagli addizionali Rizzoli e Fabbri.

Gervinho in gruppo, differenziato per Pjanic

Gli uomini di Garcia sono scesi in campo stamane al Fulvio Bernardini di Trigoria per continuare la preparazione in vista del match di sabato contro l'Inter.

Gervinho ha svolto l'intera seduta con il resto di gruppo, mentre Pjanic ha lavorato in palestra e svolto lavoro differenziato sul campo. Solo palestra per Strootman e Maicon.

La Premier su Pjanic

Sirene dalla Premier League per il centrocampista della Roma Miralem Pjanic. Il centrocampista serbo è infatti seguito sia dal Manchester United che dal Liverpool.

Il tecnico dei Reds Brendan Rodgers vorrebbe il bosniaco per sostituire il partente Gerrard. Anche i Red Devils monitorano con attenzione il numero 15 giallorosso e in estate potrebbero farsi avanti con un'offerta.

Totti subito da dirigente?

Il capitano della Roma Francesco Totti, 39 anni da compiere, ha il contratto in scadenza nel 2016.Il Messaggero di oggi conferma le voci circolate negli ultimi giorni su una dirigenza che non ha intenzione di rinnovargli il contratto. Per lui infatti sembra ci sia pronto un contratto quinquennale da dirigente, argomento già contemplato precedentemente.


(fonte tuttomercatoweb.com)

Giudice Sportivo: Un turno ad Astori

Contro l'Atalanta mister Garcia ha dovuto fare a meno di un pilastro della difesa come Manolas, ma con l'Inter il greco tornerà dalla squalifica e si avvicenderà con Astori. L'ex Cagliari infatti è stato squalificato dal Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel dopo l'ammonizione sotto diffida rimediata domenica.




(fonte romanews.eu)

Trigoria: Gervinho in gruppo!

Seconda seduta della settimana per gli uomini di Garcia che continuano la loro preparazione in vista dell'anticipo della 32° giornata di Serie A previsto a Milano con l'Inter sabato sera.

I giallorossi sono scesi in campo come da programma alle 15 iniziando la sessione con un lavoro tecnico e proseguendolo con delle partite a tema. Conclusione dell'allenamento riservata ad un lavoro in palestra.

Gervinho ha svolto tutta la seduta con i compagni, mentre Pjanic e Ljajic hanno eseguito un differenziato e della fisioterapia. Maicon e Strootman invece proseguono il loro percorso personalizzato di recupero.

Domani l'appuntamento è al mattino: Totti e compagni in campo alle 10:30.



(fonte romanews.eu)

Lavoro di scarico a Trigoria

La Roma di Rudi Garcia torna subito in campo nel centro sportivo di Trigoria il giorno dopo il deludente pareggio casalingo contro l'Atalanta.

Lavoro di scarico per chi ha giocato ieri, mentre Pjanic, Maicon e Strootman hanno svolto lavoro personalizzato.

La squadra ha svolto anche una partitella a campo ridotto a cui ha preso parte anche Castan, con Doumbia autore di quattro reti.


Roma-Atalanta: Le probabili formazioni

La Roma di Rudi Garcia riceverà questo pomeriggio allo stadio Olimpico l'Atalanta di Reja. L'occasione per i giallorossi è ghiotta dopo la sconfitta della Lazio ieri sera allo Juventus Stadium contro i bianconeri, per tornare al secondo posto in classifica.



QUI ROMA - "I giocatori sono molto motivati. Hanno messo intensità e qualità nel lavoro. Abbiamo lavorato duro. Possiamo farlo tranquillamente con una sola partita a settimana. Sono concentrati sul campo e non pensano ad altro".. Così alla vigilia Rudi Garcia che, nonostante il sorpasso subito dalla Lazio, ha predicato calma in questi giorni per tenere l'ambiente lontano da inutili tensioni, ma dovrà fare i conti con le assenze pesanti di Manolas e De Rossi, squalificati per la sfida ai bergamaschi. Out anche Gervinho e Pjanic, mentre recupera l'acciaccato Keita. Tra i pali il solito De Sanctis, con la coppia centrale difensiva composta da Yanga-Mbiwa ed Astori. Sulle corsie Torosidis a destra ed Holebas a sinistra. I due mediani dovrebbero essere Nainggolan e Paredes, con Iturbe, Ljajic ed Ibarbo (favorito su Florenzi) alle spalle dell'unica punta che dovrebbe essere Totti.

QUI L'ATALANTA - "È logico che sarà un'emozione e uno stimolo in più, perché quattro anni a Roma non si dimenticano e dalla capitale mi sono arrivati tanti messaggi dagli amici laziali chiedendomi di fare una grande prestazione. Ma noi la grande prestazione la dobbiamo fare soprattutto per l'Atalanta. A me interessa farla perché ci servono punti. E per fare risultato all'Olimpico non devi sbagliare niente". Queste le parole alla vigilia di Edy Reja che per la sfida alla Roma dovrà fare i conti con qualche assenza: Pinilla, Biava e Cigarini saranno infatti squalificati. Nel 4-4-2 del tecnico goriziano ci sarà Sportiello tra i pali e difesa a 4 composta da Masiello, Benalouane, Stendardo e Dramè. Il centrocampo dovrebbe prevedere Zappacosta a destra e Gomez a sinistra, con Carmona e Migliaccio - in ballottaggio con Baselli - centrali. Denis confermatissimo come prima punta dopo la doppietta decisiva contro il Sassuolo nell'ultimo turno, con Moralez ad agire alle sue spalle.


Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo questo pomeriggio:


ROMA (4-2-3-1): De Sanctis; Torosidis, Yanga Mbiwa, Astori, Holebas; Paredes, Nainggolan; Iturbe, Ljajic, Ibarbo; Totti

A disp.: Skorupski, Lobont, Balzaretti, Spolli, Cole, Keita, Uçan, Verde, Florenzi, Doumbia, Sanabria. All.: Garcia
Squalificati: De Rossi (1), Manolas (1)
Indisponibili: Strootman, Castan, Maicon, Gervinho, Pjanic

ATALANTA (4-4-1-1): Sportiello; A. Masiello, Benalouane, Stendardo, Dramé; Zappacosta, Carmona, Migliaccio, Gomez; Moralez; Denis
A disp.: Avramov, Frezzolini, Emanuelson, Rosseti, Del Grosso, Estigarribbia, Grassi, D'Alessandro, Bianchi, Kessie. All.: Reja
Squalificati: Pinilla (2), Biava (1), Cigarini (1) 
Indisponibili: Raimondi, Cherubin, Bellini, Boakye

Diretta tv Sky e Premium Calcio ore 15.

Trigoria: De Rossi a parte, Totti in gruppo!

La Roma di Rudi Garcia è tornata questo pomeriggio nel centro sportivo di Trigoria per proseguire la preparazione in vista della gara contro l'Atalanta in programma domenica all'Olimpico.

Personalizzato per Maicon e Strootman, ancora palestra per Keita e Pjanic. Gervinho invece si è diviso tra lavoro con il gruppo e differenziato. Totti si è allenato con il gruppo. A parte De Rossi.

Accolto i ricorso della Roma: Apertura alla Curva Sud Laterale, chiusa solo quella centrale!

Il giudice sportivo ha accolto la richiesta della Roma e ha deciso di chiudere solo la Sud centrale, riaprendo dunque il settore chiamato Curva laterale. Lo ha deciso il Giudice Sportivo, come riporta il comunicato sul sito ufficiale della Lega Serie A. Gli abbonati del settore, dunque, potranno recarsi regolarmente allo stadio in occasione del match di domenica contro l'Atalanta. Il riesame è avvenuto dopo che il dg giallorosso Mauro Baldissoni "rilevava che nello stadio Olimpico, in occasione delle gare disputate della società giallo-rossa, non è previsto un unico settore denominato "Curva Sud", ma tale zona dello stadio è divisa in due distinti settori, denominati "Curva Sud Centrale" e "Curva Sud Laterale", per cui richiedeva fosse precisato a quale dei due settori in questione facesse riferimento il provvedimento sanzionatorio". Dunque il Giudice Sportivo ha decretato che la società giallorossa dovrà"disputare una gara con il settore denominato "Curva Sud Centrale" privo di spettatori".

Tramite il proprio sito ufficiale, la Roma informa che, a seguito del Provvedimento del Giudice Sportivo n. 193 del 7/4/2015, e del successivo Comunicato della Lega Serie A n. 208 del 17/4/2015, il settore denominato CURVA SUD CENTRALE (ingressi 18/21) rimarrà chiuso. Il settore denominato CURVA SUD LATERALE (ingressi 15/17) sarà pertanto regolarmente aperto all'ingresso dei corrispondenti titolari di abbonamento.
AS ROMA informa inoltre che per motivi organizzativi e di sicurezza, TUTTI i titolari di TITOLI D'INGRESSO DIGITALI (qualsiasi tipo di abbonamento o anche biglietto caricati sulla personale AS ROMA CLUB PRIVILEGE), dovranno obbligatoriamente esibire il TAGLIANDO SEGNAPOSTO presso i varchi di pre-filtraggio. In mancanza di tale tagliando segnaposto non potrà essere consentito l'ingresso.
Inoltre, al fine di un più agevole e rapido accesso all'impianto sportivo, si raccomanda econsiglia di presentarsi allo Stadio Olimpico con sufficiente anticipo rispetto all'orario di inizio della gara. Un ingente afflusso di pubblico presso i varchi di pre-filtraggio e filtraggio concentrato esclusivamente in prossimità dell'orario di inizio della gara potrebbe non garantire l'accesso agli spalti dell'impianto sportivo in tempi rapidi.

L'APERTURA DEI TORNELLI E' PREVISTA PER LE ORE 13.00.



(fonte romanews.eu)

Sarà Gervasoni a dirigere Roma-Atalanta!

Sarà Andrea Gervasoni della sezione di Mantova a dirigere il match di domenica pomeriggio allo stadio Olimpico tra Roma e Atalanta.

Gervasoni sarà coadiuvato da Bianchi e Musolino, dal quarto uomo Longo, e dagli addizionali Tagliavento Di Paolo.


Trigoria: Totti in gruppo!

I giallorossi sono tornati questo pomeriggio a Trigoria per proseguire la preparazione in vista della sfida di domenica pomeriggio allo stadio Olimpico contro l'Atalanta di Reja.

Totti si allenato con il resto del gruppo, mentre Keita e Gervinho hanno svolto lavoro differenziato, personalizzato per Maicon e Strootman. Palestra per Pjanic.

Trigoria: Solo palestra per Pjanic, personalizzato per Totti!

La Roma è tornata in campo questa mattina per proseguire la preparazione in vista della sfida di domenica pomeriggio all'Olimpico contro l'Atalanta.

Preoccupano le condizioni di Pjanic, ieri allenatosi in disparte con Florenzi, e che ha svolto lavoro in palestra. Fisioterapia in palestra e lavoro personalizzato sul campo per Gervinho e Keita, mentre Totti ha svolto solo lavoro personalizzato.

Arsenal e Liverpool su Iturbe!

Secondo il tabloid britannico 'Daily Express', Arsenal e Liverpool avrebbero messo gli occhi sul centravanti della Roma Juan Manuel Iturbe, e sarebbero pronte a sborsare 22 milioni di sterline per il l'attaccante giallorosso.

Trigoria: Palestra per Florenzi e Pjanic

I giallorossi sono tornati questo pomeriggio al Fulvio Bernardini di Trigoria, dopo il giorno di riposo concesso da Rudi Garcia, per iniziare a preparare il match di domenica prossima contro l'Atalanta, in programma allo Olimpico di Roma.

Palestra per De Rossi Pjanic e Florenzi, personalizzato per Maicon e Strootman. mentre Keita e Gervinho hanno svolto differenziato e fisioterapia.

Duro striscione dei tifosi contro Pallotta a Trigoria!

Duro striscione contro Pallotta questa mattina apparso sui muri fuori dal centro sportivo di Trigoria, e appeso nella seriata di ieri, per protestare conto la decisione del Presidente giallorosso di non fare ricorso dopo la chiusura della Curva Sud che ha così segnato una frattura tra sostenitori e dirigenza e all'interno della tifoseria stessa.

"This fucking idiot gonna pay you mother Fucker!" è la pesante frase apparsa sullo striscione sulle mura al di fuori del centro sportivo giallorosso.


Top