Garcia: "Grande spirito di squadra. Doumbia? Conosce l'area di rigore come il suo giardino" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Arrivano le dichiarazione del tecnico giallorosso al termine dell'importante vittoria dei giallorossi sul Genoa per 2-0.

Ecco le parole del tecnico francese:

GARCIA A SKY‏ SPORT

Soddisfatto?
"Si, partita pulita. Un grande spirito di squadra. Sapevamo che sarebbe stato necessario perché il Genoa è una squadra che marca molto stretto. Grande partite a livello tecnico e tattico."

Doumbia sta riempiendo l'area di rigore della Roma?
"Quando siamo nella metà campo avversaria avere un giocatore che tratta l'area di rigore come il suo giardino e che conosce ogni centimetro dell'area è un cosa in più per la sua squadra. Nel secondo tempo abbiamo giocato in contropiede, ci siamo abbassati un po' troppo ma non era più necessario quel tipo di giocatore a quel punto della gara‏".

Ci spiega la differenza tra il Doumbia di gennaio e quello di oggi?
"Lui è arrivato fuori condizione. Sia per lui che per Ibarbo c'è voluto un po' di tempo per lavorare bene ma adesso il lavoro sta pagando sia per Doumbia che per Ibarbo. Victor ha fatto una grande gara‏".

Rivaluta il mercato invernale che ha suscitato polemiche?
"Le polemiche ci sono ovunque, l'importante è quello che succede a Trigoria perché noi siamo sempre stati fiduciosi e abbiamo sempre preso tutte le scelte insieme. Questi ragazzi hanno avuto bisogno di un periodo di adattamento ma ora ci stanno ripagando‏".

Florenzi se lo aspettava così forte?
"Lo so dall'inizio e anche da prima di arrivare qui. Lo avevo già visto con l' Under 21, in un torneo a Tolone, sa fare tutto, ha un'anima grande. Ma senza parlare dei singoli voglio mettere in primo piano tutta la Roma, giocatori, società e tifosi perché siamo stati uniti e in questo abbiamo trovato la forza per vincere le partite‏".

La presenza di Totti è stata importante anche se non ha giocato?
"Lui ha un atteggiamento da grande capitano da 2 anni. Lui è intelligente e ha capito che il suo contributo dentro e fuori dal campo è determinante e lo fa davvero alla grande‏".

Vuole dire qualcosa alla Juve campione d'Italia?
"Complimenti a loro, scudetto strameritato‏".

La condizione di Florenzi è una risposta alle critiche rispetto alla condizione fisica della squadra?
"Non siamo qui per le risposte, sennò passeremo tutto il giorno a rispondere alle critiche che spesso neanche sentiamo. Siamo stati bravi sul piano fisico e tattico, giocando con un 4-4-2 che ci ha fatto essere equilibrati e sul piano mentale perché abbiamo ritrovato la vittoria in casa e lo volevamo fortemente. Vincere in casa può essere la chiave per arrivare alla Champions, anche i tifosi ci hanno dato una mano esaranno fondamentali per raggiungere questo traguardo‏".


GARCIA IN CONFERENZA STAMPA

Complimenti a Doumbia per aver sbloccato la partita. Una partita ordinata, la Roma ha rischiato poco.
"Ora che Doubmia è in condizione può dare il meglio e fare il ruolo che sa fare, il centravanti d'area. E' importante avere un giocatore che conosce ogni centimetro dell'area. Dopo il gol abbiamo giocato più d'attesa e di ripartenza. Il secondo gol è arrivato un po' tardi ma è stato meritato. Sottolineo che è la vittoria di tutti, tutti sono stati uniti e quando è così tutto è più facile."

Ci spiega il momento di Francesco Totti? Come sta vivendo la seconda esclusione? E' dovuta a motivi tattici?
"Per sapere il suo stato d'animo basta leggere quanto ha scritto giorni fa, stando uniti avremo più chance per la Champions. Il capitano è importante anche fuori dal campo, pensa solo alla Roma e avrà ancora da dire la sua sul campo fino alla fine della stagione. Nel secondo tempo non avevamo più bisogno di Doumbia, nel primo tempo invece si. Avere dei giocatori che sanno saltare l'uomo e creare superiorità è importante. E' stata anche una scelta per passare dal 4-2-3-1 al 4-4-2 difensivo di oggi."

Oggi cosa non le è piaciuto?
"E' stata una gara difficile, i protagonisti sono stati bravi, c'era ritmo nonostante il caldo. L'arbitro? Non ho visto nulla, mi fido dei suoi giudizi."

Due parole per la prova di Florenzi ed Ibarbo.
"Ibarbo è un giocatore generoso e intelligente, era previsto che si dovesse abbassare a centrocampo e ha giocato alla grande, ci ha dato tanto equilibrio."


GARCIA A ROMA TV

Ibarbo quest'estate con la Colombia ha giocato anche a centrocampo, come oggi...
"Sì, ha questa caratteristiche. Ha intelligenza e lavora come un fabbro. Ha aiutato tanto la squadra sul piano difensivo, ma non dimentichiamo che in attacco può fare la differenza. Deve convincersi anche lui che può fare gol e assist, ma oggi è stato molto importante per l'equilibrio della squadra".

Poi ha messo anche Holebas su quella corsia: forse per contrastare Iago Falque?
"Sì, avevano anche Izzo in attacco: era importante ritrovare un De Rossi in protezione della cerniera centrale. Per aiutare Torosidis era importante avere un altro terzino, per essere più sicuri difensivamente. Poi con Iturbe, Gervinho e Florenzi era possibile anche colpire in contropiede e l'abbiamo fatto, anche se un po' tardi. Il secondo gol se lo merita non solo Florenzi, ma tutta la Roma. Vittoria importante, che per il momento ci porta al secondo posto. Andiamo avanti così, senza mollare, per prendere tutti i punti possibili".

Oggi si è giocato soprattutto sulle ripartenze: magari anche in futuro si potrebbe attuare una tattica del genere?
"Per noi una squadra grande sa fare tutto: possesso palla, ma anche ripartenze. Ovviamente abbiamo anche velocità in avanti per poter aspettare e magari colpire in contropiede. Già l'anno scorso avevamo questa particolarità: i giocatori in rosa ci permettono di fare questa scelta. Oggi siamo stati bravi contro un avversario particolare a non prendere rischi, perché loro sono bravi a pressare anche se a mezzogiorno con questo caldo magari per loro era più difficile e noi siamo stati bravi a vincere questa partita".

Quanto è pesante la vittoria di oggi, contro una squadra molto in forma?
"Sì, il Genoa ha un'identità un po' particolare, hanno giocatori che possono essere sostituiti: ci sono Laxalt, Lestienne, Falque... Contro squadre del genere è importante avere giocatori che saltino l'uomo per portare la superiorità numerica e sono più in difficoltà quando perdono loro il pallone, perché non hanno le misure per essere sui nostri giocatori, infatti il primo gol è arrivato così. Siamo stati bravi tutti, anche Doumbia e Ibarbo che sono gli ultimi arrivati".

Tatticamente è stata una partita molto bella, quasi una partita a scacchi...
"Sì, le scelte tattiche erano ben chiare: attaccare con il 4-3-3 e difendere con il 4-4-2 con l'aiuto di Ibarbo. Nel secondo tempo senza abbassarci troppo abbiamo scelto di fare il 4-4-2 che utilizziamo poco, ma con le ripartenze di Gervinho, Iturbe e Florenzi possiamo essere pericolosi. Forse abbiamo lasciato un po' troppi corner nel finale, ma con l'aiuto di Holebas e Mapou eravamo più solidi in difesa. Una gara completa sul piano tattico, tecnico e anche mentale, perché i giocatori sono stati bravi a mettere in campo tutti i parametri. Sia io che il Capitano con le sue parole abbiamo trovato una Roma con tutte le sue componenti una unità forte per vincere: così per i giocatori è molto più facile avere fiducia".

Si può pensare a una Roma che parte bassa e manovra in ripartenza?
"Per me una grande squadra sa fare tutto. Sa attaccare con il possesso passa e sa sfruttare gli spazi. Già lo scorso anno avevamo questa particolarità La rosa ci concede giocatori adatti a queste varianti. Oggi con questo caldo era più difficile per loro pressare e noi siamo stati bravi a trovare soluzioni per vincere la gara."

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top