Garcia: "Mi è piaciuta la fase difensiva, importante vincere. Mancano rapidità e coordinazione" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Ecco le parole del tecnico giallorosso Rudi Garcia al termine della prestigiosa vittoria ottenuta contro il Real Madrid ai calci di rigore all'International Champions Cup:

La Roma ha giocato senza timore reverenziale contro il Real Madrid...
"La parola motivazione non devo usarla nella riunione tecnica prima della gara. Questa sera sapevo ci sarebbe stata una grande differenza con la gara di Pinzolo. Non è solo per i nazionali che sono tornati, ma quando si gioca con il Real Madrid le motivazioni sono al massimo. Mi è piaciuta la fase difensiva. È sempre importante vincere anche passando dai i rigori".

Sembrava la sua prima Roma, manca ancora la fase realizzativa? 
"La squadra si conosce bene, tranne Iago Falque sono tutti della scorsa stagione e hanno i meccanismi bene oliati. Siamo stati pericolosi sui calci piazzati. Siamo ancora in preparazione e manchiamo ancora di rapidità e coordinazione sul piano offensivo".

Danny De Silva giocherà contro il Manchester City?
"Abbiamo dato la possibilità a Danny di allenarsi col gruppo. Questa cosa per il momento basta. Per il momento la rosa, con i centravanti di qualità, è complicato dare spazio a tutti. Per il momento si comporta bene negli allenamenti".

Per quanti anni può continuare Totti? 
"Lui ha piacere nel giocare a calcio. Il gioco della squadra gli permette di giocare ancora bene. Lo avevo detto l'anno scorso che il più grande complimento ricevuto la scorsa stagione è stato quello di Guardiola che ha dichiarato che il gioco della Roma permette a Totti di esprimersi ancora ad alti livelli".

Gervinho?
"Doveva tornare il 13 luglio, è tornato prima per poter far parte del ritiro di Pinzolo, questo dimostra le sue motivazioni. Ha fatto 18 mesi di altissimo livello, ha pagato mondiale e Coppa d'Africa. Resta un attaccante di altissimo livello, importante per noi".

Pensa di poter contare su Maicon e Cole?
"Sono due casi differenti, due grandi campioni, hanno un palmares fantastico. Maicon è stato infortunato per lungo tempo, sembra stare meglio, si sta allenando bene. Ashley mi è piaciuto nel suo ruolo, abbiamo ritrovato il grande Ashley Cole, quello di Manchester dello scorso anno. La palla è nel suo campo, se mantiene questo livello tornerà grande e sarà una grande cosa".

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top