Balzaretti dice addio al calcio giocato: "Farò il dirigente" | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Dopo l’ultimo anno e mezzo di calvario è arrivato il tempo di dire addio al calcio giocato per Federico Balzaretti. Oggi presso la sala conferenze di Trigoria avrà modo di spiegare le sue motivazioni e soprattutto il suo stato d’animo. Queste le dichiarazioni del terzino rilasciate ai cronisti presenti.

CONFERENZA STAMPA

Parola a Balzaretti: “Grazie per essere venuti, questa è una giornata molto importante. la prima notizia da dare è che smetterò con il calcio giocato. l’infortunio che ho è ancora vivo e purtroppo mi costringe ad abbandonare il calcio giocato. Dentro di me ho pensato che la soluzione migliore è questa. Ringrazio comunque lo staff della Roma e tutte le persone che mi sono state vicino. Sono stato felice di aver potuto portare per un’ultima volta tutta la mia famiglia e i miei figli sul campo di gioco. Mi auguro con tutto il cuore di aver lasciato qualcosa alla gente, ai tifosi e anche ai compagni di gioco. Spero che comincerà un nuovo percorso sempre con la Roma”

Parla Baldissoni: “Come società pensiamo che le storie sono scritte da uomini che riescano a trasferire valori sopra la media. Federico ha fatto una grade sforzo nonostante il dolore. La sua presenza è stata di incredibile valore e incredibile importanza. Ha dato molta forza a chi aveva bisogno di avere qualche stimolo in più. A noi questo non è sfuggito. E’ un momento triste ma di passaggio, abbiamo proposto a Federico di continuare a portare il contributo anche senza i pantaloncini. Entrerà nel nostro staff”

Cosa farai e che motivazioni avrai?
“Motivazioni sono tantissime e sono molto sereno grazie alla mia famiglia. Non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura, il percorso che inizierò lo amo, perché io amo il calcio. Il ruolo di cui abbiamo parlato è un ruolo dove inizialmente mi occuperò dei ragazzi che sono fuori in prestito. Un ruolo molto bello, anche perché per i giovani è il momento più delicato e difficile. Cercherò di essere per loro una persona presente”.

Che consigli ti ha dato Sabatini?
“La prima cosa che mi ha detto Sabatini è stato il consiglio di andare a fare il corso da procuratore sportivo. Ed è quello che mi piacerebbe fare nel futuro. Mi ha detto che avrà bisogno di me e con lui ho un rapporto particolare elo reputo a livello professionale uno dei migliori”

Ci sono le basi per fare quell’ultimo salto di qualità dopo due secondi posti?
“Gli acquisti lo dimostrano e vuole colmare il gap che si è visto nelle scorse stagioni. La società si sta muovendo bene e il gruppo c’è, poi naturalmente bisogna dimostrarlo sul campo. La cerscita la devono fare, perché per raggiungere gli obiettivi bisogna farlo tutti insieme”

Quindi tu non avrai un ruolo in prima squadra?
“Non si sa, nell’immediato no perché io non me la sentirei e sarei troppo coinvolto. Ci vuole un minimo di distacco e devo fare esperienza”

Il tuo ricordo più bello a Roma. E una tua opinione su Digne
“Digne è sicuramente un buonissimo giocatore, ma ancora non è arrivato. Il mio ricordo più bello è stato sicuramente il gol nel derby. Poi è normale che ci sono tante altre emozioni che ho vissuto qui, come ad esempio l’ultima partita giocata all’Olimpico”

Qual’è stato il momento preciso dove hai deciso di lasciare?
“E’ stato tutto graduale. Io non sono riuscito a promettere alla Roma e ad altri club l’affidabilità sulla mia tenuta fisica. La società comunque già mi aveva parlato di questa nuova prospettiva che mi si stava prospettando davanti. Qui mi sono sempre sentito come in una famiglia. Il valore aggiunto di questa società è che non si tratta solamente con il giocatore ma con la persona”

Domanda al dirigente Balzaretti, chi di questi giocatori in giro potrebbero tornare e fare bene a Roma?
“Ve lo dirò più in la (ride), secondo me il più pronto è Sanabria. anche se seguirò tutti i giovani dal primo all’ultimo tutti alla stessa maniera”.



(fonte romanews.eu)

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top