Iturbe e Ibarbo verso la Samp | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Roma e Samp stanno trattando per portare Iturbe in blucerchiato, dopo che l’argentino era stato promesso all Genoa. Con l’argentino, Ferrero prenderà anche Ibarbo. Dopo di che darà il via libera per Eder all’Inter. Il trasferimento di Manuel Iturbe al Genoa è stato congelato. Le due società avevano raggiunto l’accordo su tutto: sei milioni per il prestito, venti per il riscatto. Accordo subordinato, ma comunque accordo. Il giocatore si era convinto, pronto a fare le valigie. Ieri mattina la brusca frenata. Sabatini ha preso tempo, non ha chiuso l’operazione per la quale erano arrivati dall’Argentina l’agente e l’avvocato dell’attaccante. Imbarazzo da parte dell’entourage del giocatore, che ieri è stato convocato da Garcia per la partita contro la Juve, oggi andrà in panchina e qualsiasi discorso sarà rinviato a domani, ultimo giorno di mercato. Ieri mattina Iturbe ha svolto regolarmente l’allenamento a Trigoria, lo stesso Garcia ha annunciato la sua convocazione in conferenza stampa. Genoa e Roma si aggiorneranno domani, ma quello che sembrava un rinforzo sicuro per il Genoa, ora potrebbe diventarlo per la Samp.

La cessione di Iturbe è legata a filo doppio a quella di Ljajic. Se parte uno, non parte l’altro. Il serbo ha rifiutato il trasferimento all’Aston Villa e al West Ham, non sembra convinto neppure della Samp. A Roma sta bene, in testa ha grandi club. Già ieri mattina si sono incontrati a Roma Walter Sabatini e Antonio Romei, l’avvocato di fiducia di Ferrero. La trattativa con la Samp è andata avanti tutto il giorno, su queste basi: prima si è trattato il trasferimento a titolo definitivo di Ljajic, poi di Iturbe. Entrami legati al prestito di Ibarbo. Il presidente blucerchiato ha aperto un canale preferenziale con la Roma: l’ha spuntata per Carbonero sul Genoa e a gennaio prenderà in prestito anche il giovane brasiliano Gerson, acquistato dal club giallorosso dal Fluminense.



(fonte corrieredellosport.it)

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top