Si pensa al ritorno di Benatia! | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Adesso sta fuori da un po’, perché non è che cosce e fasce muscolari simili si guastino solo a Trigoria. In attesa che le Nazionali recitino la liturgia di questi dieci giorni e si torni a pensare ai vari campionati, Medhi Benatia si allena con notevole impegno, rilascia qualche dichiarazione, aspetta. Il Bayern Monaco aspetta a sua volta che il difensore rientri, ma nel frattempo campa benissimo anche senza di lui. In Bundesliga ha già allargato la falcata, in Champions League ha segnato otto gol senza prenderne uno.

Non si può dire si viva male nel campionato tedesco e di sicuro non lo dirà Benatia, che ha rapidamente spianato tutte le esitazioni iniziali di Pep Guardiola, ha spianato anche la Roma quando se l’è trovata davanti e ha persino vinto qualcosina in Germania. Tutto nel volgere breve di una stagione. La Roma nel frattempo ha versato cemento di vario tipo nelle crepe della difesa senza riuscire a riparare del tutto il muro. Tolto Benatia e tolto Castan non è lo stesso muro. Che la Roma abbia pensato di ripristinare il rapporto con il marocchino, consumato e infine infranto due estati fa nello sfibrante confronto tra direttori sportivi, procuratori e menestrelli, è un dato di fatto. Ci sta pensando ancora. Senza lanciarsi a perdifiato in inseguimenti tipo quello di Dzeko. Però la riflessione su una difesa che in campionato ha incassato 5 gol più della Fiorentina e in Champions League si è lacerata tre volte contro il Bate Borisov è sbocciata. L’idea di riportare Benatia a Roma è assai meno pazzesca di quanto possa apparire al primo pensarci.



(fonte: corrieredellosport.it)

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top