Florenzi e Sadiq salvano Garcia: Genoa battuto 2-0! | Noi siamo la Roma

Slider[Style1]

Style2

Style3[OneLeft]

Style3[OneRight]

Style4

Style5

Una rete fortunosa di Florenzi, arrivata quasi per inerzia emotiva, e la prima volta in Serie A del baby attaccante della Primavera Sadiq regalano alla Roma la vittoria più attesa, quella che con ogni probabilità salva la panchina traballante di Garcia. All'Olimpico i giallorossi ritrovano i tre punti dopo un mese e mezzo: era dall'8 novembre, giorno del derby, che mancava l'appuntamento con il bottino pieno. È poco per definire sereno il Natale della Roma, ma sicuramente l'abbraccio a Garcia di Florenzi e di tutta la squadra dopo il gol è il segnale che aspettava la dirigenza per capire quanto il futuro di questa squadra potesse appartenere al tecnico francese.

Il Genoa si presenta in campo senza gli squalificati Perotti e Pavoletti: davanti non c'è un centravanti puro, Gakpè fa da riferimento per gli inserimenti di Ntcham, Laxalt e Capel. Roma con Gervinho, recuperato, insieme a Salah e Dzeko. La tensione è palpabile all'Olimpico, ritmi bassi e paura di sbagliare per due squadre in crisi. Primo squillo al 20' con De Rossi che di testa manda alto sulla traversa, poi è Nainggolan a prendersi la scena con un fallaccio a rischio espulsione: giallo di Gervasoni per il belga che era diffidato. Il centrocampista rischia ancora l'espulsione per un tocco di mano, ma viene graziato dall'arbitro che però non risparmia l'ammonizione a Florenzi e Pjanic, anche lui diffidato. I minuti passano senza emozioni, l'intervallo sembra prossimo quando la Roma passa: Digne va al cross, Munoz svirgola senza pressione e la palla si impenna, scavalcando tutta la difesa per finire sul destro di Florenzi, bravo a seguire l'azione e farsi trovare pronto alla conclusione al volo che supera Perin.

L'esultanza è da gioia inenarrabile per l'esterno che stringe al petto lo stemma della Roma e corre ad abbracciare Garcia, seguito da tutta la squadra: dagli spalti, dopo il boato per il gol, arrivano però anche tanti fischi, segno che la frattura tra squadra e tifoseria non sia facile da risanare.

Un miracolo di Szczesny sulla conclusione del neoentrato Lazovic e un errore clamoroso di Gervinho davanti a Perin aprono le emozioni della ripresa. Gasperini butta dentro anche Pandev e Cissokho nella speranza di acciuffare il pareggio, mentre Pjanic lascia il campo a Iago Falque a meno di mezz'ora dal termine. La Roma regge ma al 75' Dzeko protesta vivacemente con Gervasoni per una trattenuta subita in area da Munoz e si vede estrarre il cartellino rosso: giallorossi in dieci. Garcia butta dentro anche Sadiq per un Salah che lascia il campo tra timidi applausi e proprio il baby nigeriano, bomber della Primavera, si regala la gioia più serena della giornata insaccando di testa all'89' il 2-0 su cross di Vainqueur, appena entrato per Nainggolan. La Roma torna a vincere dopo sette partite, per il Genoa la crisi continua.




(fonte: corrieredellosport.it)

«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento:

Post a Comment


Top